Autunno, e la terra trema ancora

Autunno pieno, le giornate si accorciano, il tempo è passato veloce, aggrovigliato da pensieri di ordine pratico che hanno levato spazio alle divagazioni più creative.

Ieri la terra ha tremato ancora, qui a Roma l’abbiamo sentita in tanti, e la paura è tornata tra chi il 24 agosto ha perso tanto, troppo. La casa, persone care.

Non mi era mai successo di sentire così bene un terremoto, anche se ero in un piano basso. Forse perché altre volte era notte, e la percezione della scossa era più attutita dal buio e dal sonno. Durante la prima scossa ero a danza, e non ci siamo accorte di niente. Poi a casa Sten mi ha raccontato di quanto l’avesse sentita forte, e pure Lula, mentre era in biblioteca all’università. Mentre mi asciugavo i capelli ecco arrivare una sensazione di malessere, una specie di mal di mare, e invece sapevo benissimo cosa fosse. Di nuovo! Lunga, angosciante. Angosciante per me, figuriamoci per chi si trovava lì. Per chi ha rivissuto il dramma di agosto.

Forse proprio grazie a quel dramma ieri il terremoto non ha provocato morti. Ma i crolli, le lesioni, la distruzione che cancella interi paesi fanno malissimo al cuore e immagino che mettono a dura prova la capacità di reazione delle persone.

Eppure con il rischio sismico in Italia dovremmo imparare a convivere, una volta per tutte.

Mio padre lo diceva sempre.

 

Annunci

3 Responses to “Autunno, e la terra trema ancora”


  1. 1 yourcenar11 31 ottobre 2016 alle 14:58

    Eppure troppo poche volte si ascoltano i geologi. Proprio oggi ho letto che la mia regione (la Puglia) non si è ancora attrezzata con un Piano geologico regionale. Eppure il suo presidente è tra i personaggi più apprezzati (potenza dei media e della capacità carismatiche di comunicazione…). Molte comparsate, dichiarazioni roboanti, proclami, pacche sulle soalle, accentramento di poteri, ma i fatti dove sono?
    Un po’ (si fa per dire) sconfortante, ma alla “gente” piace così.
    Ciao Crustina

  2. 2 4p 1 novembre 2016 alle 11:27

    Ho pensato la stessa cosa.
    Questa volta il terremoto ha risparmiato delle vite……è stato un pochini più clemente.
    E’ pazzesco solo il pensiero di perdere tutto quello che hai.
    Le persone innanzitutto……, la casa nella sua totalità.
    Tutte le nostre cose………….
    Poi penso al crollo del cavalcavia qui in Lombardia e so che la natura non centra, ma l’uomo quando imparerà a convivere con dei sani principi, dei valori che non siano dettati dal danaro, il facile guadagno a discapito di tutto ………… mi fa schifo.

  3. 3 4p 1 novembre 2016 alle 11:35

    Ho riletto il tuo post di luglio: “Che mondo è”, concordo anche nelle virgole ahhahhh


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: