Bilanci e auguri

Non posso dire che il 2013 sia stato un anno buono, anche se, rileggendo ciò che mi auguravo l’anno scorso, sono riuscita a portare a termine l’impegno di scrivere il libro e vederlo pubblicato. E se ho visitato per la prima volta una città straordinaria come New York, certo non nelle condizioni ideali, perché non c’era Sten e perché non stavo affatto bene. Covavo una specie di depressione premonitrice per la scossa che avrebbe subito la mia vita di lì a poco. La scossa poi c’è stata, ma la mia costruzione antisismica ha retto ed è stata l’occasione per ristrutturarla e renderla, spero, ancora più solida. Ho ritrovato quello che credevo di aver perduto definitivamente, ho scoperto di essere ancora come temevo di non poter essere più. Però, che fatica, che fatica, e che paura retroattiva, e che miscela pericolosa di sentimenti rabbiosi e addolorati, che ancora di tanto in tanto riaffiorano dal magma profondo che inevitabilmente continua a ribollire…

Non è stato un anno né facile né felice, anzi tristissimo, con il lungo addio ad Anna, Wide, concluso a fine novembre, un’altra morte prematura che mi ha insegnato cose importantissime sulla vita e su come prepararsi a lasciarla, quando non si può fare altrimenti. Una morte che mi ha portato via un’altra amica blogger, un’amica preziosa, anche se è stato troppo poco il tempo che abbiamo trascorso insieme. Ci eravamo dette tante cose, in questi anni, abbiamo fatto cose importanti, ci siamo capite come di rado le persone possono capirsi. Ma avremmo dovuto trascorrere più tempo insieme, visto che il tempo sarebbe stato poco.

È stato un anno di delusioni politiche profonde, di speranze infrante contro il muro di grilli, porcelli e delle larghe intese…

E ho avuto pure Saturno contro.

Eppure. Eppure nonostante tutto questi ultimi mesi dell’anno mi hanno regalato un’energia nuova, un’inaspettata – dovrei dire ingiustificata? – fiducia nel futuro, soprattutto nel mio futuro, perché certo su quello di tutti c’è poco da stare allegri, purtroppo.

Però l’unico impegno che voglio prendermi per il 2014 è seguire un corso di meditazione. In realtà è un impegno che ho preso con Anna, quindi lo manterrò.

C’è un’altra cosa che ho già promesso a me stessa e a tutti voi varie volte: con Scriverne fa bene ho chiuso con l’impegno e la scrittura relative al cancro. Scriverò ancora, è quello che voglio continuare a fare, perché è stata da sempre la mia aspirazione e perché credo proprio che la scrittura sia nel mio karma, come mi ha detto una persona cara giorni fa. Ma voglio scrivere altro. Devo pensare ad altro. Voglio trasmettere altro a chi ho accanto e a chi continuerà ad aver voglia di leggermi.

Questo è il mio augurio per me.

L’augurio vero per tutti voi è di non smettere mai di perseguire i vostri sogni, che siano piccoli, che siano folli, che siano apparentemente impossibili da realizzare. Con pazienza e tenacia, e con il cuore sempre aperto.

Buon 2014

 

 

 

Annunci

10 Responses to “Bilanci e auguri”


  1. 1 stefania 29 dicembre 2013 alle 22:43

    Cara Giorgia ti leggo attualmente singolarmente, precedentemente all’unisono con Wide. Oggi sento che anche tu hai Saturno contro quindi un Toro anche tu? Se così fosse avremmo tre cose in comune: Wide, Saturno (ahimè) e gli studi storico artistici. Se sei Toro della prima decade come me pare che ce lo siamo lasciati alle spalle, se invece sei seconda o terza decade c’è ancora tutto il 2014. Pare che occorra per guardare nelle nostre stive se il carico che trasportiamo è in linea con il viaggio che compiamo, ma che palle !!!!!! Dopo queste dissertazioni astrologiche ti ringrazio sempre per i tuoi scritti così icastici direbbe uno storico dell’arte come Calvesi.Del rapporto con Wide posso dirti che non ho avuto la fortuna di conoscerla visivamente ma ci siamo scambiate appassionate mail su libri letti, in effetti il ghiaccio l’ho rotto con lei proprio per un libro. Ho voglia di raccontartelo rischiando di essere verbosa , rischio? Allora andò così: in uno dei suoi post di un paio di anni fa parlava di un ricovero in un grande ospedale, io leggendo pensai fosse lo stesso dove in quel periodo era ricoverato mio marito, e così di getto mi recai al book shop dell’ospedale ed acquistai un libro per Anna con dedica , la avvisai con una mail del libro che l’attendeva. Anna felice e generosa come sempre mi disse che non era in quell’ospedale e pensa disse anche che le dispiaceva avermi creato questo problema. Straordinaria creatura!!
    Allora acquistai un altro libro e stavolta glielo inviai a casa ; il libro era diverso . Da allora iniziò la nostra corrispondenza , il libro, le era piaciuto molto , si intitolava “Il ragazzo e la colomba”. Parlammo di autori arabi e nordici in particolare quelli editi dalla casa editrice Iperborea che io trovo stupendi , alla fine lei mi inviò due biglietti per la mostra di Tintoretto. Questa vigilia di natale avendo stavolta mio padre ricoverato nello stesso ospedale del libro ho voluto vedere se quel libro mai giunto nelle mani di Anna era ancora lì , e c’era ancora!!!! Me lo sono riportato a casa sacralmente come un cimelio , so già che non sarà semplice leggerlo. Scusa per tutte queste parole ma ho pensato che qualunque tassello riguardante Anna sia importante soprattutto per chi come te la conosceva così bene. Ti saluto e ti auguro un anno libera da saturno e da qualunque opposizione cosmica.
    Ps : dimenticavo che forse c’è anche un’altra cosa che abbiamo in comune : Napoli giusto? Ma questa è un’altra storia.
    Stefania

    • 2 Giorgia 30 dicembre 2013 alle 19:53

      Cara Stefania, grazie di aver raccontato qui del tuo rapporto epistolare con Wide,.. Che bella storia, quella di questo libro alla fine tornato nelle tue mani. Certo, prima o poi dovrai leggerlo!
      Sì, sono del toro, inizio seconda decade 🙂 E ho studiato storia dell’arte. Ma Napoli non so in che senso l’abbiamo in comune. Ci ho lavorato per pochissimo da pendolare, e sono andata a visitarla come si deve qualche mese fa con Sten. Tu ci vivi?
      Tanti auguri!

      • 3 stefania 30 dicembre 2013 alle 22:54

        No, vivo a Roma ma sono napoletana e la amo visceralmente , avevo letto della tua vacanza con tuo marito e mi sembrava che tu la conoscessi bene o quantomeno si percepiva una certa familiarità con il luogo.
        Auguri anche a te

  2. 4 Berenice 30 dicembre 2013 alle 10:05

    Giorgia, condivido come sempre molte delle tue riflessioni. Desidero esprimerti i miei auguri per un anno comunque foriero di pensieri e idee e, perché no, di parole, quelle che desideri. Fra i miei buoni propositi ci sono una maggiore attenzione alla forma e alla forza delle immagini (il mio piccolo hobby, la fotografia) e una maggiore dedizione proprio alla lettura, che come sai cura l’anima e l’accarezza. Berenice

  3. 8 Camden 31 dicembre 2013 alle 12:01

    Giorgia cara buon 2014 e spero tanto di leggere magari proprio in questo anno un tuo romanzo che parla di altro. Sono sicura che ce la farai, con successo anche questa volta!

  4. 9 ziacris1 2 gennaio 2014 alle 19:06

    auguri giorgia, tanti e cari per un buonissimo 2014.

  5. 10 4p 6 gennaio 2014 alle 16:54

    Tanto lavoro e tanta fatica, ma da quello che scrivi e da come lo scrivi per un ricco bilancio direi.
    Un bilancio che forse ti porterà a scrivere altro con la stessa profondità d’animo che ti appartiene e io sarò pronta a leggerti.
    Un abbraccio
    4p


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: