Se la sinistra è minoranza

Domenica scorsa ho deciso di andare a votare per le primarie del PD, praticamente all’ultimo momento. Chi mi conosce può immaginare chi ho deciso di votare, e perché. E immagina anche che non sono contenta di com’è andata, ma sono pronta a farmi stupire (senza effetti speciali, di quelli ne abbiamo avuti fin troppi). Ho scritto una mail al candidato che ho (Ci)votato – eh eh, così chi non ha capito capisce – per spiegargli perché una non-elettrice del PD lo abbia scelto vincendo ancora una volta delusione e disillusione, per affidargli la speranza di far germogliare i semi della sinistra in un partito che di sinistra forse non è più. Oppure, se volete, che non è come intendo io la sinistra. “Visto che sono, nonostante tutto, un’inguaribile ottimista, ai limiti dell’ingenuità, sognavo il miracolo di un ribaltamento dei pronostici, e quindi che un pd “civatizzato” potesse diventare ciò che non è e che non è mai stato. Un partito democratico e di sinistra, in cui tutte le anime disperse altrove potessero ritrovarsi e riconoscersi, per restituire credibilità e dignità alla politica e alla rappresentanza, e riprovare, con ostinazione e qualche speranza in più, a trasformare radicalmente il nostro Paese, dentro e fuori le istituzioni.” So che Civati, almeno così racconta dal suo blog, sta cercando di rispondere alle migliaia di messaggi che ha sollecitato e ricevuto. Mi sembra importante riuscire a tenere aperto un canale di comunicazione e per molti di partecipazione diretta e proseguire in un tentativo a cui guardo con rispetto, anche se con disincanto.

La protesta dei “forconi”, inutile dirlo, non mi piace affatto. La comprensibile esasperazione di molti viene cavalcata da persone improbabili e con modalità più che discutibili, a tratti violente e intimidatorie. Ma quando non c’è più una sinistra forte e credibile la rabbia popolare si esprime anche così. Non ci vuole tanto a capirlo.

 

Annunci

2 Responses to “Se la sinistra è minoranza”


  1. 1 ziacris 14 dicembre 2013 alle 13:19

    E’ l’unico in cui credo e in cui mi riconosco, l’uomo che poteva ancora dare uno spiraglio alle mie idee di allora di estremista, e di ora di comunista nel vero senso della parola

  2. 2 4p 15 dicembre 2013 alle 23:23

    Anche la sottoscritta ha Civotato.
    Speriamo almeno di stupirci.
    I forconi naaaaaaa!!!! Non mi convincono.
    Vado a vedere il blog di Civati.
    Pat


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: