Migranti (3 ottobre 2013)

Quante volte ci siamo indignati e quante volte dovremo farlo ancora? La rabbia s’impasta allo sgomento, allo strazio per quelle morti assurde che solo in quanto morti riescono a guadagnare attenzione e diritto di cittadinanza. Chi sopravvive invece diventa criminale, reo di clandestinità, grazie a una legge che porta il nome di un ex fascista e di un razzista a tutto tondo. Quella legge va cambiata, e in fretta, e i migranti devono essere accolti vivi, tutti vivi, perché chi scappa dalla guerra, dalla fame, dalla persecuzione, non deve attraversare altri inferni ed essere inghiottito da un mare reso crudele dalla crudeltà di chi a terra non li ha voluti vedere.Non ricordo più chi l’ha detto, forse la sindaca di Lampedusa: dobbiamo essere noi ad andarli a prendere, ci devono essere mezzi di trasporto sicuri per garantire la possibilità a chi vuole lasciare il proprio paese di farlo senza rischiare la vita, senza doversi rivolgere a criminali trafficanti di esseri umani, senza rischiare, se riescono a sopravvivere a quei viaggi da incubo, di essere respinti perché clandestini, di essere criminalizzati perché migranti senza permessi, di essere privati di quei diritti che per noi sono fondamentali, per loro sogni quasi irrealizzabili: la libertà, la vita, un’esistenza dignitosa.

Annunci

4 Responses to “Migranti (3 ottobre 2013)”


  1. 1 4p 5 ottobre 2013 alle 18:21

    E’ vergognoso e assurdo che ci siano leggi che permettano tutto ciò.
    E’ omicidio di massa non possiamo chiamarlo in altro modo. Siamo tutti responsabili, perchè quando si è chiamati a votare bisogna riflettere, non dimenticare, ma ricordare sempre.
    4p

  2. 2 Luisa 8 ottobre 2013 alle 15:06

    Dici bene: la libertà, la vita, un’esistenza dignitosa sono diritti fondamentali. Ma quanti oggi in Italia ne godono veramente? E’ impensabile non soccorrere chi si trova in pericolo di vita. E’ un dovere e dovrebbe essere unistinto naturale. Non sempre lo è. Tuttavia non si può ignorare che continuare ad accogliere senza porsi limiti di accoglienza è stupido e criminale verso coloro che già appartengono al tessuto sociale del paese. Non si può elargire ciò che non si ha. Se da un lato non si può e non si deve negare il soccorso al bisognoso, dall’altro bisognerebbe evitare di trovarsi nella situazione di doverlo fare. Magari con leggi appropriate.
    Ci troviamo a combattere per la “nostra” sopravvivenza. Come possiamo pensare di accogliere stranieri ad oltranza offrendo loro quel che non abbiamo? E per stranieri intendo tutti, non solo neri, non solo extracomunitari. Tutti coloro che arrivano in Italia pensando di trovare qui la soluzione ai loro problemi di sopravvivenza.
    Forse a qualcuno è sfuggito che la povertà fra gli Italiani è aumentata ad un livello preoccupante? Che non esiste un futuro per tantissimi giovani e per molti anche non più giovani? Quando finiremo di fare gli ipocriti?
    Quindi no alla violenza razzista, ma no anche all’ottusità buonista che rischia di portare l’Italia al caos totale.
    Luisa

    • 3 Giorgia 10 ottobre 2013 alle 21:44

      Luisa, guarda che la maggior parte delle persone che tentano, e sottolineo tentano, di raggiungere il nostro Paese lo fanno per andare altrove in Europa. E comunque i fenomeni migratori non si bloccano con i respingimenti o le leggi penali, e chi fugge da guerre e persecuzioni non può essere costretto ad imbarcarsi in una carretta del mare nelle mani di criminali o disperati senza scrupoli. Sarebbe bello se in quei luoghi da cui si fugge si cominciasse a vivere degnamente e in pace, ma purtroppo l’Europa e l’occidente in generale hanno responsabilità storiche su quel che accade laggiù e se ne devono fare carico.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 183 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: