13. Strategia per le ossa

Ieri, 9 novembre, ho superato un altro traguardo. Tredici, dico tredici, anni da quando mi sono risvegliata dopo l’intervento chirurgico senza un quarto di seno, e con la notizia che mi era stato tolto non un innocuo nodulo ma un cancro. Ho fatto gli auguri al dottor Zeta, visto che era anche il suo compleanno, e gli ho anticipato che sarò indisciplinata riguardo al farmaco che mi ha prescritto qualche giorno fa, quando sono andata ad aggiornare la cartella clinica con gli ultimi esami di controllo.

Dopo avermi confermato che devo proseguire la terapia ormonale, più o meno ad oltranza, a meno che non voglia – ma non lo voglio – consultare altri oncologi, mi ha prescritto un farmaco contro l’osteoporosi – che ancora non ho, ma che potrei avere con altissima probabilità. Ho subito sbuffato e chiesto degli effetti collaterali. Lui si è un po’ arrabbiato: “Possibile che voi pazienti pensiate sempre alle controindicazioni dei farmaci, invece che alle indicazioni?” Allora lì per lì ho ceduto. Però ci sto rimuginando da qualche giorno, e ho deciso che questa volta disubbidirò, perché danza, equiseto e mandorle mi aiuteranno a non far progredire l’osteopenia provocata da farmaci e menopausa indotta. Gli proporrò di contrattare ancora un anno, poi alla prossima MOC ne riparleremo.

Alle mie ossette voglio continuare a pensarci come dico io, visto che anche il colesterolo provocato dal Femara l’ho domato con un buon fitoterapico a base di lievito rosso.

So già che lui sarà comprensivo, ormai mi conosce, e sa che quando si tratta di fare il gioco duro non mi sottraggo. In questo caso però è giusto che mi lasci ampia libertà di scelta per i problemi collaterali che in tutti questi anni ho sempre risolto in modo “alternativo”.

E allora danzare, danzare… Lunedì con la mia bravissima insegnante inizieremo a fare improvvisazione, per arrivare a inventare delle brevi coreografie e, soprattutto, per acquistare maggior consapevolezza del lavoro che si fa sul corpo, nello spazio, con il ritmo e la musica.

Le mie ossa ringraziano, e io, da ogni cellula del corpo, mi sento già più felice.

Annunci

16 Responses to “13. Strategia per le ossa”


  1. 1 Camden 10 novembre 2012 alle 19:06

    E secondo me fai bene, io ti vedo già, libera nella danza che ti rende felice e che fa bene alle tue ossa…

  2. 3 Elsa Ancis 11 novembre 2012 alle 15:14

    Fai bene!!! Io subito dopo la chemio ho avuto osteopenia e da aprile prendo femara che mi riempie di problemi ad ossa ed articolazioni. A febbraio farò la moc a distanza di un anno dalla chemio…Puoi dirmi dei tuoi rimedi? Sono tanto interessata…Grazie da Elsa.

    • 4 Giorgia 16 novembre 2012 alle 23:08

      Ciao Elsa, i miei rimedi sono quelli di cui parlo nel post: danza, tintura madre di equiseto e mandorle. E il dottor Zeta mi aveva già prescritto vitamina D (D Base).

  3. 5 widepeak 12 novembre 2012 alle 21:34

    Ma si, io generalmente sono più tradizionalista nei trattamenti, lo sai. Ma che palle però certi effetti collaterali. Infatti ora riabbasso il cortisone e riprovo a eliminarlo per u po’: lo odio! Bacio. (Certo, poi noi siamo donnine sagge, se c’è bisogno, si fa quel che si deve, vero?)

  4. 7 4p 14 novembre 2012 alle 09:31

    Che palle sti effetti collaterali, ma tu danza e inebriati di libertà danzante con ritmo e musica, credo anch’io che faccia molto bene sia alle ossicine che allo spirito.
    Però con la prossima moc se c’è bisogno, ma non credo, ascolta Mr Zeta.
    Urca dovrei farla anch’io la moc è da qualche anno che non la prendo in considerazione, ero al limite.
    4p

  5. 9 rita 15 novembre 2012 alle 21:09

    con questo post mi hai fatto tornare in mente papa’. Altra patologia, altri problemi, stessa reazione: … per ora non se ne parla, poi si vedra’…. e la cosa si e’ ripetuta per molto tempo.. e ha avuto ragione lui. Ti appoggio, su tutti i fronti

  6. 11 yourcenar11 16 novembre 2012 alle 19:39

    Ho scoperto da poco il tuo blog e – dopo aver letto un bel po’ di post – mi sento più forte. L’idea della danza mi affascina.
    Un anno fa ho scoperto di avere un cancro al polmone (e altre complicazioni) e sono caduta (anzi, sprofondata) dalle nuvole… Non ho mai fumato in vita mia, chissà?!? Tanta paura, dolore immenso, iniziale reticenza a parlarne anche sul mio blog (categoria: La mia nuova avventura, senza mai riuscire a nominarlo), ma ora riuscirò a trovare “le parole per dirlo”… anche grazie a te.
    Ciao, tornerò spesso a trovarti 🙂
    Cristina

  7. 13 Nadja 21 novembre 2012 alle 13:19

    Ciao Giorgia,
    ho appaena scoperto il tuo blog grazie al suggerimento di una tua amica.
    Mi ha fatto molto piacere leggere che pure tu hai la passione, pensa che prima dell’intervento ho chiesto al chirurgo di fare attenzione ai miei muscoli perchè non avrei sopportato l’idea di non poter riprendere a ballare! Ora muovo ancora male il braccio (sono stata operata circa un mese fa) ma sto già pensando di riprendere, chemio permettendo.
    A presto
    Nadia

    • 14 Giorgia 22 novembre 2012 alle 23:31

      Ciao Nadia, benvenuta! Per il braccio ci vuole un po’ di tempo, fai sempre esercizi – a me ha aiutato moltissimo fare yoga – e ricordati di non caricarlo con i pesi. E naturalmente riprendi a ballare il prima possibile 🙂

  8. 15 claudia 21 dicembre 2012 alle 15:20

    Ciao nadia piano piano starai meglio anchio ho avuto due tumori al seno destro con metastasi ai linfonodi ho fatto una mastectomia radicale .sei cicli di chemio e adesso a quattro mesi dopo l intervento dovro fare due mesi di radio pero sono sincera pensavo peggio forse perche ho avuto molta pazienza e forsa interiore comunque bisogna prendere tutto con calma cosi si puo affrontare tutto meglio


  1. 1 13. Strategia per le ossa | Oltreilcancro Trackback su 10 novembre 2012 alle 20:41

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: