Funamboli e scrittori-maratoneti

Capire la corsa è accordare il vento della camminata al soffio del cavo, senza porsi domande.

La corsa non è il modo per andare rapidamente da un’estremità all’altra del filo.

La corsa, ah ah! È il riso del funambolo

Philippe Petit, Trattato di funambolismo

 

Insieme a questo libro del grande funambolo francese, con prefazione di Paul Auster, due care amiche mi hanno regalato L’arte di correre di Haruki Murakami, uno dei miei scrittori preferiti.

Due libri inaspettati – il mio compleanno ormai è passato da mesi – ma desiderati, sfiorati da tempo. Petit ha sicuramente ispirato il titolo che alla fine ho scelto per il mio libro, e all’epoca passai  in rassegna le foto delle sue memorabili imprese cercando in rete immagini di funambolismo da utilizzare per la copertina. 

Il funambolismo di Petit e la corsa di Murakami come disciplina e metafora della sua scrittura credo abbiano molto in comune.

Nell’introduzione al Trattato, Paul Auster scrive: “il funambolismo è un’arte solitaria, è un modo di affrontare la propria vita, nell’angolo più oscuro di se stessi. Se letto nel modo giusto, il libro diventa la storia di una esplorazione, un racconto esemplare dell’umana ricerca di perfezione. Così, esso ha più a vedere con la vita interiore che con il funambolismo.”

E cosa scrive Murakami nell’introduzione al suo “diario incentrato sull’azione di correre”? “A quel punto mi è risultato chiaro che scrivere onestamente sulla corsa a piedi significa scrivere onestamente in una certa misura) sulla mia personalità.”

Ho bisogno di disciplina, metodo e quella giusta dose di pazzia per affrontare il cavo lanciato sul vuoto: “La traversata sarà una successione di equilibri: su un piede, poi sull’altro.”

 

 

Annunci

7 Responses to “Funamboli e scrittori-maratoneti”


  1. 1 l. 28 settembre 2012 alle 14:50

    ti ho pensato e aspettavo un tuo post. sai sempre trovare le atmosfere e le parole più giuste.
    murakami è anche uno dei miei scrittori preferiti: tokyo blues/norwegian wood è stato uno dei primi libri che ho amata visceralmente durante l’adolescenza. e petite compare anche in uno dei romanzi secondo me più belli degli ultimi anni: ‘let the great world spin’ di colum mccann (nell’edizione italiana ‘questo bacio vada al mondo intero’).
    ti abbraccio forte

  2. 3 rita 29 settembre 2012 alle 15:53

    I regali inaspettati sono in assoluto i migliori!!!
    Premetto che non conosco nè gli autori nè i libri che citi e ritengo che la metafora sul funanbolismo sia azzeccatissima.
    Azzeccatissima è anche la copertina del Tuo libro: quelle gambe a penzoloni, le ho subito interpretate come chi, dopo un percorso insidioso e pericoloso, dove non ci si può permettere nè errori nè distrazioni, che altrimenti sarebbero fatali, si gode il meritato riposo.
    Credo che la vita, purtroppo, talvolta ci tende la fune da attraversare: più o meno alta da terra, più o meno lunga da percorrere: l’importante sarebbe sempre arrivare “dall’altra parte” e potersi sedere a riposare e ad osservare, meditare…….

    P.S: il Tuo libro mi ha fatta ridere e piangere, mi trasmesso emozioni forti, talvolta contrastanti: non è da tutti….è un gran bel libro Giorgia, davvero. Per ora solo cartaceo, ma non è escluso anche l’ebook. Complimenti. Un abbraccio

    • 4 Giorgia 30 settembre 2012 alle 16:37

      Cara Rita, in realtà il libro è anche Ebook, editore Narcissus. Purtroppo per ora solo in fornato PDF.

      • 5 Rita 1 ottobre 2012 alle 10:33

        …in effetti come l’ho scritto io, non era comprensibile il mio pensiero. Il libro ce l’ho solo cartaceo, ma mi procurerò anche quello in formato ebook, va benissimo PDF. Scusa.Un abbraccio

  3. 6 4p 29 settembre 2012 alle 17:38

    La vita è una grande successione di equilibri ed è bellissimo.
    Con un piede e poi con l’altro incontriamo il nostro destino, ma con disciplina, metodo e una giusta dose di pazzia affrontiamo meglio ogni sentiero.
    Metodo e disciplina non sono poi così assurdi e inavvicinabili da realizzare, ma quella giusta pazzia è qualcosa d’importante, non facile, non scontata, e se ce l’hai forse manco te ne rendi conto, ma senz’altro è un grandsissimo aiuto.
    Il tuo libro l’ho letto parecchio tempo fa, appena uscito.
    Ed è tanto bello sentire le varie opinioni.
    A me non ha fatto nè ridere nè piangere, ricordo di aver provato un senso di
    appartenenza, non so come spiegartelo, ero dentro, facevo parte del libro.
    Ero talmente presa da ogni riga che leggevo, ne ero assorbita che le emozioni e quello che riuscivo a vedere attraverso le tue parole non mi dava tempo di pensare a me, alle mie emozioni, vivevo la lettura attraverso la tua persona immaginandoti e vedendo i luoghi e le persone, percependo lo stato d’animo delle pagine.
    So solo che alla fine sapevo di aver letto un ottimo libro, scritto benissimo e da una persona della quale avere stima e fiducia.
    4p


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 184 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: