Terremoti e vulcani

Sono stati giorni terribili. Pessime notizie, una dopo l’altra. Mentre la terra tremava in Emilia e tanti operai rimanevano schiacciati dai capannoni industriali, venuti giù come castelli di carta, un’altra giovane donna amica è stata portata via dal maledetto cancro. Quattro anni di malattia vissuti con estrema riservatezza, tanto da aver scoperto per la prima volta che il mio approccio talvolta può infastidire, ed essere giustamente respinto, se si sceglie di percorrere una strada diversa.

Ho avuto una crisi di nervi, bruttissima, dolorosa, come lava che dopo tanto premere trova il cratere da cui eruttare.

Un battibecco che in un altro momento avrei fatto decantare è diventato quel cratere, e c’è stata l’esplosione.

Ora credo che sia stato un bene aver urlato, e poi pianto, e poi respirato in silenzio e solitudine per un po’. Ormai lo so che le lacrime devono essere piante, e la rabbia espressa e mai covata, per non dare tempo al dolore di annidarsi nel corpo, a far danni.

Ormai lo so.

So che forse dovrei proteggermi di più, e imparare a tenere i nervi coperti.

Ma io non ho mai indossato le corazze, nemmeno quando infuriava la battaglia.

Annunci

14 Responses to “Terremoti e vulcani”


  1. 1 widepeak 1 giugno 2012 alle 20:23

    a noi ci piaci un sacco come sei e ci offriamo per buttarci addosso tutta la lava che vuoi, quando serve!

  2. 3 Mammamsterdam 1 giugno 2012 alle 21:23

    Quanto ti costa coprire i nervi? Quanto ti dà? Pensaci e poi decidi cosa ti faccia meglio o peggio.

  3. 5 milva61 1 giugno 2012 alle 21:52

    Io non riesco a coprire i nervi. Non ci riesco e basta. Ci ho provato, in passato, ma non fa per me. Perché o scoperto che per coprire i nervi dovrei essere piú indifferente al dolore altrui, e non mi piacerei. Ti abbraccio fortissimo, dall’Emilia molto, molto scossa.

    • 6 Giorgia 3 giugno 2012 alle 22:04

      E brava, anche per me è qualcosa di simile. Però temo che non sempre la mia non indifferenza venga percepita correttamente. Ti abbraccio io, fortissimo, soprattutto stasera, che la terra ha tremato ancora forte

  4. 7 wolkerina 2 giugno 2012 alle 07:25

    Non devi cambiare te stessa, hai gia’ imparato la lezione più importante: non trattenere, buttare fuori e piangere. Sfogati, noi siamo qui! Ti abbraccio

  5. 9 rita 3 giugno 2012 alle 07:42

    I nervi coperti fanno solo male a chi se li copre! Bisogna sfogare in qualche modo, altrimenti si diventa vere e proprie bombe a orolegeria, che poi quando scoppiano, altro che urla e pianti…..un abbraccio

  6. 11 Rosa 8 giugno 2012 alle 16:29

    Ti abbraccio. Rosa
    P.s. Sono un’insegnante e ho scritto già a “oltreilcancro”. Sono una malata di cancro al seno. Fammi sapere.

    • 12 Giorgia 9 giugno 2012 alle 15:56

      Ciao Rosa, grazie per aver contattato Oltreilcancro, che come sai è un portale di blogger che raccontano o hanno raccontato le proprie esperienze con il cancro. Auguri per tutto, un abraccio

  7. 13 Rosa 10 giugno 2012 alle 09:58

    Ti vorrei scrivere una mail e ti propongo di leggermi perchè scrivo su un blog di informazione online. Qualcuno non ha approvato il messaggio che sto diffondendo. E mi ha causato del male, perchè….mi spiegherò in privato. Mi hanno contattato vari autori. Ti saluto, in attesa di un tuo ascolto. Ora potrei creare spam e non voglio.

  8. 14 4p 11 giugno 2012 alle 19:29

    Anch’io ho provato a volte a coprire i nervi sia per il quieto vivere, sia per non ledere la sensibilità di qualcuno, ma ho fatto più danno a me stessa che altro.
    E’ una lezione che non finirò mai d’imparare, perchè ogni volta la causa è diversa e l’attegiamento può cambiare, ma decisamente so che sto meglio e la cosa assurda è che sono anche più “capita”, quando sbotto, quando tiro fuori, quando mi sfogo.
    Un bacione
    4p


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: