La bellezza e le emozioni di Torino

Non so da che parte cominciare. Davvero. La bellezza di Torino, sobria ma intensa, il museo egizio e quello del cinema alla Mole Antonelliana, le cupole avvitate di Guarini, i palazzi con le facciate di mattoni e le curve, le strade regolari, ampie, i sorprendenti cortili che improvvisamente si aprono alla vista, la galleria di Diana a Venaria, inondata di luce, il buio suggestivo della mostra Fare gli italiani alle Officine Grandi Riparazioni, una cena deliziosa con mamma e i due Pieri, a piazza Vittorio, l’aperitivo con Marco, che finalmente ho potuto guardare negli occhi, abbracciare come un vecchio amico, presentarlo a mamma come quel pazzo che una notte del 2007 si è letto tutto il mio blog e mi ha scritto una bellissima mail dicendomi che mi voleva bene. E ancora, prima della partenza il preludio di ciò che sarebbero stati questi giorni è stata la mail di Elena, una mia lettrice torinese, di cui ignoravo l’esistenza, che mi ha suggerito qualcosa da fare nella sua città.

E poi, il Salone del libro. Un posto infernale, almeno di sabato con 30 gradi senza uno straccio di aria condizionata e con la tensione di dover intervenire alla presentazione del libro di Anna Lisa, insieme a Mario Calabresi, Umberto Veronesi e Anna Masera, che ha moderato l’incontro. Ero talmente nel pallone che dopo aver riabbracciato Milva, Romina e il suo Nicola, Silvia, e incontrato per la prima volta Wolkerina e suo marito, ho mollato tutti e ho iniziato a girare in modo sconclusionato per gli stand del Lingotto, in attesa che arrivassero Andrea, Roberta e tutto il gruppo di amici e parenti di Anna Lisa da Montecatini. Erano giorni che rileggevo, cancellavo e spiegazzavo i due fogli dove mi ero preparata qualcosa da dire e ricopiato una mail e un paio di post di Anna Lisa, quelli in cui parlava del nostro incontro a Roma e della nascita di Oltreilcancro.

Poi finalmente sono arrivati anche i toscani, e non ho pensato più a quello che avrei detto, presi come eravamo tutti dal conto alla rovescia. La Sala rossa era occupata da un altro incontro con Matteo Renzi, e ce n’è voluta per farla svuotare. Nell’attesa, mentre distribuivamo materiale dell’associazione, si è presentata lei, la Elena che mi aveva scritto la mail su Torino, con un regalino per me: un piccolo calendario con i gatti che fanno yoga. Una meraviglia che mi ha lasciato senza parole.

E poi c’era Anna Maria, la signora che l’anno scorso scrisse la lettera a Calabresi segnalandogli il blog di Anna Lisa.

Finalmente siamo entrati e la sala si è riempita.

Ecco, a questo punto non so bene come raccontarvi come sono andate le cose, forse qualcosa si può cogliere dalle interviste che subito dopo ci ha fatto Anna Masera.

Dopo con Romina, Wolkerina, i loro rispettivi fidanzati/coniugi e Silvia siamo andate a mangiarci la pizza da Eatitaly, il tempio della gastronomia ed è stato bello bello, come accade sempre quando ci si ritrova tra di noi. Wolkerina ha distribuito regali, e dovreste vederla che tenerezza di donna è. Vi voglio bene, amiche.

Post scriptum: purtroppo Milva non è potuta venire a cena con noi, ma sappiate che l’associazione ha una tesoriera bravissima, che ha saputo raccontare nascita e vita di Annastaccatolisa come nessuno avrebbe saputo fare meglio.

Annunci

9 Responses to “La bellezza e le emozioni di Torino”


  1. 1 wolkerina 14 maggio 2012 alle 17:46

    Il tuo intervento, cara Giorgia, mi è piaciuto molto, hai gestito quel momento in modo perfetto (e anche Milva, eh!). E che emozione sentire le interviste, è stato come ritornare lì!
    Sono proprio felice di averti conosciuta realmente .. ti voglio bene anch’io!!
    Grazie 🙂

  2. 3 Camden 15 maggio 2012 alle 15:26

    Avrei tanto voluto esserci, ma grazie agli aggiornamenti Twitter di Anna Masera, più gli sms di una mia amica che mi aggiornava, alla fine mi è sembrato di esserci un po’ anche io, anche se lo so che esserci davvero sarebbe stata tutta un’altra cosa.
    E voi, bravissime come sempre, complimenti!!

  3. 6 widepeak 17 maggio 2012 alle 10:48

    io invidiosa, felice, ma molto molto invidiosa!


  1. 1 Cinguettii simpatici « Stories from the Underground Trackback su 15 maggio 2012 alle 17:40
  2. 2 Blog e malattia al Salone del Libro di Torino « Articolo trenta2.0 Trackback su 17 maggio 2012 alle 14:07
  3. 3 Torino due anni dopo | Il mio karma Trackback su 13 maggio 2014 alle 22:40

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 184 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: