Un portatore di pace

Avevo iniziato tempo fa a conoscere il suo impegno per il popolo palestinese, ero iscritta alla sua pagina facebook, che ci aggiornava sulla sua attività di portatore di pace a Gaza.

Ieri è stato rapito da un gruppo integralista salafita per ottenere il rilascio di detenuti nelle carceri di Hamas. Non hanno rispettato nemmeno il tempo dell’ultimatum, e l’immagine del filmato circolato ieri, con la benda nera e il sangue che colava sul volto, non faceva presagire niente di buono.  Io e Sten abbiamo navigato fino a tardi per avere notizie, firmare e diffondere appelli. Qui ancora non lo avevo fatto.

Adesso è tardi.

Posso solo piangerlo, come ho fatto stamattina quando ho saputo dalla radio che lo avevano assurdamente ucciso. Uccidere è sempre assurdo. Ma uccidere quell’uomo che aveva fatto volontariamente lo scudo umano per proteggere pescatori e contadini palestinesi nelle zone proibite da Israele, è scandalosamente assurdo. Mostruoso.

Ciao, Vittorio Utopia.

Annunci

5 Responses to “Un portatore di pace”


  1. 1 4p 15 aprile 2011 alle 14:38

    Sono le stesse parole che abbiamo detto stamattina io e Nick.
    “E’ assurdo!!!!!!!!!”
    4 p

  2. 3 Max Dejavù - I viaggi di Maya 15 aprile 2011 alle 14:50

    Non lo conoscevo. Ho saputo di lui dal momento del video con la benda nera che circolava online. Oggi ho letto molto su Arrigoni. Era un grande uomo, soprattutto un uomo. Uno che non esporta la pace e la democrazia con le armi ma con le parole, i gesti piccoli e grandi.

    La guerra è assurda, dietro ogni guerra solamente interessi di denaro e questo è più assurdo. O forse no.

    • 4 Giorgia 16 aprile 2011 alle 16:47

      Benvenuto Max. La questione del conflitto israeliano-palestinese è molto molto complessa. Non si tratta solo di denaro, ma del diritto di un popolo ad avere un proprio Stato e un territorio, della possibilità che dopo oltre sessant’anni si realizzi una convivenza pacifica di due Stati in Palestina. Non essere riusciti a realizzare questo ha alimentato il fondamentalismo, di cui l’altro ieri è stato vittima Vittorio.

      • 5 Max Dejavù - I viaggi di Maya 22 aprile 2011 alle 15:42

        Il diritto di un popolo ad avere il proprio Stato. Anche questa è una questione molto più complessa. Gli Israeliani non erano un popolo prima che qualcuno lo decidesse. Ora con il benestare di una bandiera stelle e strisce, uccidono e devastano liberamente.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 184 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: