Pausa rigenerante

Sono sulle Dolomiti bellunesi, con Lula, che mi sta graziosamente prestando il suo netbook rosa.

C’è un tempo magnifico, belle piste su cui sciare attorno al Monte Civetta, e quando si raggiunge il punto più alto si vede la Marmolada, il Gruppo Sella, il Monte Pelmo e boh, un sacco di altre cime dolomitiche che diventano rosa quando il sole inizia a calare. E’ bello, bellissimo.

Questo stacco ci voleva, ossigeno, velocità, sole, pochi pensieri, quella stanchezza fisica che la notte ti fa fare sonni pesanti, affollati di sogni.

Però ci manca Sten, che non ha potuto seguirci – e forse anche se avesse potuto chissà se avrebbe tradito le sue montagne natie?

E mi manca papà, con cui ho imparato a sciare quando ero piccolissima, quando gli sci erano ancora di legno, gli scarponi con i lacci, e si saliva solo con gli skilift, sul monte di Roma, il Terminillo.

 

 

Annunci

8 Responses to “Pausa rigenerante”


  1. 1 4p 10 marzo 2011 alle 10:28

    Come cambia la vita, e solo nel giro di qualche anno.
    Pazzesco, eppure è il bello della vita riuscire ad avvolgere un bellissimo ricordo di sci di legno, con gli scarponi ed i suoi laccetti e Lula col suo netbook rosa.
    Ma la cosa più bella è, il tuo papà che ha unito questi due momenti. Il ricordo grande e sempre presente del tuo papà che c’era per te e c’è stato per Lula, veramente bello e commovente.
    Sono contenta che sei così in altooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!
    Un abbraccio
    4 P

  2. 3 Vale 10 marzo 2011 alle 14:13

    Ho scoperto le dolomiti d’inverno solo quest’anno…come ti capisco…sembra di essere fuori dal mondo, in una valle incantata bianca, soffice e silenziosa…che bello!

    • 4 Giorgia 14 marzo 2011 alle 17:37

      Sì Vale, ci si sente decisamente “altrove”, anche se il silenzio era frequentemente rotto dalla musica sparata dai rifugi. Per fortuna era spesso bella musica 😉

  3. 5 ziacris 10 marzo 2011 alle 16:10

    amo la Val zoldana, con tutti i suoi km di piste, ho un bel ricordo di Zoldo e di Maè

  4. 7 widepeak 11 marzo 2011 alle 13:26

    chissà, forse ci siamo anche incrociate sul terminillo ai bei vecchi tempi. i nostri papà si sarebbero stati sicuramente simpatici…
    ti abbraccio sono strafelice di saperti lassù mi sembra di starci un po’ con te 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 184 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: