prima settimana

E' passata solo una settimana da quando sono tornata, e mi sembra un secolo.

Lula dorme in salotto, visto che oggi è iniziata la ripittura della sua stanza. Sabato, mentre la smantellavamo, ho avuto una crisi di nervi spaventosa: causa scatenante la sua esasperante pigrizia, motivo reale la mia preoccupazione, la mia paura, il mio dolore, la mia fragilità emotiva, l'ordigno emotivo pronto ad esplodere in qualunque momento. Per fortuna la provvidenziale Ignazia amara è sempre pronta sul comodino: mentre Sten cercava di calmarmi e/o di farmi riconoscere la vera natura di quel fiotto di rabbia che avevo appena vomitato su di loro, mandavo giù le gocce omeopatiche antiansia. 

Sto finendo di preparare il libro per l'autopubblicazione, ogni tanto mi prende qualche ripensamento, un senso di sconfitta per non essere riuscita a trovare un editore, o per non avere avuto la pazienza di aspettare ancora un paio di risposte. Poi sfoglio la seconda copia di prova, riguardo il file della copertina forse definitiva, incasso con una certa soddisfazione i commenti di chi l'ha vista, ringrazio commossa gli amici addetti ai lavori disposti ad aiutarmi a promuoverlo, e ritorno sui miei passi. Incerti.
Come quelli di funambola. 

 

Annunci

15 Responses to “prima settimana”


  1. 1 cinas 7 settembre 2010 alle 09:05

    ah,  io all'omeopatia proprio non credo. però se funziona …

  2. 2 utente anonimo 7 settembre 2010 alle 09:18

    heyyyyyyyyyyy contami per una copia del libro eh!!: )Per il resto, Forza! Qui pare autunno oggi e mi mette una tristeeeezzaOrsALè

  3. 3 utente anonimo 7 settembre 2010 alle 13:15

    Cara la mia ragassa,  la pigrizia di Lula innervosisce, hai tutta la mia comprensione. E' una bambina, è vero, ma quando dentro di noi ci sono tante preoccupazioni, è  normale sbottare al primo intoppo.Giusto o sbagliato che sia, importa poco. In queste cose si può sempre recuperare.Sconfitta per non aver trovato un editore, ma sei matta!!!!!!!!!!!Tutt'altro, stai proseguendo, non ti sei mica tirata indietro. Questa sarebbe stata una sconfitta, non la tua autopubblicazione, non pensarci minimamente.Hai preso i vari rifiuti di pubblicazione per le corna e hai continuato, forte e piena di tanta volontà. Hai avuto tanti momenti di scoraggiamento, ma azzarola questo libro c'è, è vivo, solo grazie alla tua energia, alla tua costanza, alla tua tenacia, ma va là sconfitta du par de palle ragazza mia. Anche il tuo miciotto Romeo, trovo sia un bellissimo nome, ma guarda un po' che coincidenza, lo stesso nome.  Baciottone4 p     

  4. 4 widepeak 7 settembre 2010 alle 14:20

    funambola mia leggo solo adesso e apprezzo ancora di più la tua telefonata di prima. sei l'unica persona di cui  mi fiderei se mi dicesse che ha intenzione di fare una bella corsa tutta su un filo, per cui vai, vai, vai.un abbraccio extra

  5. 5 juliaset 7 settembre 2010 alle 15:08

    Direi che la parola "sconfitta" non ti si addice per niente, in nessun senso. Un bacio grande!

  6. 6 camden 7 settembre 2010 alle 15:34

    E' normale sentirsi ogni tanto nervosi, specie quando si cerca l'aiuto che si vorrebbe spontaneo…Per il libro anche io non penso proprio che questa sia una sconfitta, anzi pensa che bello adesso che c'è la possibilità di pubblicare anche grazie a Internet, pensa alla mia faccia delusa di 19enne quando mandavo i miei manoscritti e tornavano indietro dopo tanto. Era brutto vedere chiudersi le porte…Adesso le cose sono cambiate e ci si può far conoscere lo stesso.E' una grande fortuna, e io penso che questo sarà solo il primo punto di partenza del tuo libro…cara funambola!

  7. 7 giorgi 7 settembre 2010 alle 18:46

    Cinas: Io spazio della medicina più tossica che esiste – vedi chemioterapia, all'omeopatia. Quando la seconda funziona è una gran bella cosa. Forse sì, ci vuole un po' di fiducia.Orsa: grazie! Ci tengo molto alla tua lettura 4P:  sei proprio cara…Romeo era il figlio della prima gatta che ho avuto, Penelope… Mi sa che non siamo stati molto originali a chiamare così un roscio!La micia attuale, tricolore, si chiama Pippi. Baciotti a tewidepeak: e ancora tantissimi auguri a te. E grazie per la fiducia Rosie: mi sa che hai proprio ragione. E poi a me interessa soprattutto che persone come voi possano leggerlo, quindi chissene dell'editore, no?

  8. 8 giorgi 7 settembre 2010 alle 18:47

    Julia: grazie, ehm. Un bacio

  9. 9 innoallavita 8 settembre 2010 alle 14:25

    Stanchezza e stress da rientro, è normale… Devo dedicarmi anche io all'omeopatia, se dici che funziona…

  10. 10 giorgi 8 settembre 2010 alle 16:10

    innoallavita: magari si trattasse solo di rientro!

  11. 11 baiaturchese61 8 settembre 2010 alle 17:14

    Giorgia, il tuo libro non è una sconfitta. Sarà un successo, e il canale di internet farà sì che tanti lo conoscano. E allora, chissà, forse un giorno riceverai una, due, tre  telefonate di qualcuno bello "grosso" che ti proporrà di pubblicarlo. O forse, invece, servirà a tante di noi, e di questo ti ringrazieremo per sempre.Non ti crucciare del nervosismo: ne conosci la causa, e questo è importante. Ti abbraccio fortissimissimo. Milva

  12. 12 giorgi 8 settembre 2010 alle 21:23

    Milva: grazie, grazie davvero! Quello che vorrei è ricominciare presto a scrivere d'altro. Un abbraccio grandissimo anche a te

  13. 13 DNGDLB 9 settembre 2010 alle 09:57

    Da pigro professionista che sono ti faccio notare solo che, come tutto, anche questa caratteristica ha i suoi risvolti molto positivi: affina la mente, stimola la ricerca e la curiosità, quanto meno per trovare i modi migliori e mono stancanti di fare le cose..E non è ironia (beh, non solo..).Muxu, D.   : )

  14. 14 giorgi 10 settembre 2010 alle 17:56

    Danilo: eh, eh, eh! Paraculo, più che pigro…

  15. 15 ziacris 13 settembre 2010 alle 14:18

    il nervosismo è il sale della vita…divcono così, ma a volte il troppo sale rende cattivo il cibo


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 184 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: