Periodica e noiosa tentazione di chiudere

Scrivo o non scrivo il post d'addio? Mi chiedevo poco fa mentre andavo a vedere le foto di un'amica esposte per il festival di fotografia organizzato in uno dei più attivi centri sociali romani.
Cercavo le parole per dire che non trovo più facilmente le parole per raccontare e raccontarmi. Che sono passati tanti anni da quando ho iniziato a fare questa cosa bellissima che però adesso mi riesce difficile continuare a fare con la naturalezza e la felicità di un tempo. Se deve diventare un obbligo, se la paginetta bianca del post da scrivere comincia a diventare uno specchio opaco che non riflette più niente, allora ciccia, basta, meglio passare ad altro.
Cercavo le parole per dire che vorrei provare a cambiare passo, sterzare, prendere un'altra strada. Insomma, fare qualcosa che mi permetta di iniziare un serio progetto di scrittura, lasciando decantare nelle mani di un paio di editori il libro della battaglia, perché devo assolutamente emanciparmi da quella storia. Dalla mia storia. Almeno per un po', almeno finché qualcuno non si decide a farne qualcosa.

Alla fine però, il post d'addio non lo scrivo, mi limito ad avvisare qual è lo stato d'animo del periodo, a confessare l'incapacità d'interrompere, e pure di proseguire convinta. Come al solito.

Annunci

22 Responses to “Periodica e noiosa tentazione di chiudere”


  1. 1 ziacris 23 maggio 2010 alle 20:49

    momenti di stanchezza che portano a tutto questo e al contrario di questo.Momenti di stanca in cui la mente vorrebbe affrancarsi dalla maschera che si siamo applicati addosso, come è giusto, non si può continuare a vivere per sempre lo stesso personaggio.Momenti in cui tutto sembra pesare, anche lecose che fino a poco tempo ci davano sollievo.Momenti così, che vanno vissuti per quello che sono, se un domani ci sarà, ci saremo anche noi a sostenerti.tutto questo  per dirti che la tua decisione, qualunque essa sia, srà da noi rispettata.Baci e abbracci

  2. 2 widepeak 23 maggio 2010 alle 21:00

    ti capisco bene e penso che sia un bene che tu ti senta così. anche se nel dirlo vado contro i "miei interessi" perché la tua voce è qualcosa di più di una compagnia. però penso che sia proprio una delle tue cose più sane quella di voler chiudere con una parte della tua storia e se questo significa anche lasciare miokarma, non significa però non aprire altre porte. e di quelle sono curiosa e in attesa, fiduciosa!

  3. 3 perdix 23 maggio 2010 alle 22:58

    Questo tuo post mi ha suscitato diversi sentimenti, da un lato ti capisco e sono contenta che tu decida di fare nuove cose, di dare una "sterzata"  e di prendere le distanze dalla tua storia in senso positivo per te e per il tuo futuro da un'altra parte penso che  il tuo "karma" è stato il primo blog che ho iniziato a leggere dopo che mi sono ammalata  quando cercavo confusamente qualcuno e qualcosa che mi potesse far sentire meno sola e unica…pur  soltanto nella rete, e spesso mi è servito come confronto e stimolo e quindi se non ci fosse, confesso, mi mancherebbe ma… , bè Giorgia….scusa per queste parole forse  anch'esse ancora confuse ma so che mi hai capito. un abbraccio come sempre. C.

  4. 4 baiaturchese61 24 maggio 2010 alle 07:33

    Acci se ti capisco… Anche per me è periodo di di abbandoni. Devi fare esattamente quello che ti senti, soprattutto quello che ti fa stare un pochino meglio. Nei periodi no è facile lasciarsi andare ai bilanci. Ti appoggerò, cara Giorgia, qualunque sia la tua decisione. Mi mancherebbero molto le tue riflessioni, ma troveremmo il modo di raccontarci comunque. Ti abbraccio forte. MilvaP.S. ti presento Furby (nome non scelto da me): il mio nuovo avatar

  5. 5 utente anonimo 24 maggio 2010 alle 08:37

    Anche la mia taverna è in un periodo di stanchezza, con aggiornamenti sempre più radi.Fai quello che ti senti e che ti rende felice. Allora forse, dopo, ti verrà voglia di aggiornarci ancora.Un Abbraccio.OrsALè

  6. 6 utente anonimo 24 maggio 2010 alle 13:27

    Rispetto qualunque decisione tu prenda, ma i bilanci nella propia vita ( malattia sì, malattia no) sono proprio indispensabili?? Fammi capire meglio, non vuoi vivere questo blog come un obbligo?????? E tu vivilo come ti viene, non posso credere che tu, proprio tu non abbia più niente da dire, da raccontare. Le tue riflessioni su qualunque argomento sono dei fiori all'occhiello sul mondo delle blogheresse, decidi tu, ci mancherebbe pure, ma non prendere decisioni affrettate e dettate da un momento per così dire un po' altalenante, un abbraccio 4p

  7. 7 utente anonimo 24 maggio 2010 alle 13:35

    Per quanto riguarda i FIORI ALL'OCCHIELLO, volevo aggiungere che ognuna di voi ragazze, Wide, Camden, ZiaCris, Julia, Mia, ultimamente Annamaria e chiaramente tu, a  suo modo e nel suo mondo di blogheresse, nelle varie diversità di comparire su questi fogli bianchi è unica.4p

  8. 8 camden 24 maggio 2010 alle 14:39

    Cara Giorgia, come sai ti leggo da tanti anni, e ricordo bene che ogni tanto si affaccia in te il desiderio di chiudere il blog.Di ritrovarti da un'altra parte.Ti ricordi quando avevi la macchia sul fegato che poi non era niente di grave? Se non erro, hai scritto, wow ragazze, meno male che ci siete e io che pensavo di chiudere, no no no! (O qualcosa del genere…)Però è normale che ora ci ripensi più profondamente. e potresti anche chiudere davvero se vuoi, ma ritrovarti a scrivere qualcos'altro (di modo che un contatto tra noi rimanga sempre).Magari un blog dove parli di altre cose, e poi certo, dedicati anche a scrivere un'altra storia, ogni tanto è bene prendere le distanze dalla malattia e non pensare sempre a quello.Scrivi d'altro, ti farà bene.Un bacio!PS. 4P grazie x le tue parole che riguardano anche me…

  9. 9 giorgi 24 maggio 2010 alle 22:31

    Ragazze belle, non vi rispondo una per una, anche se lo meritereste. Però alla fine del post l'ho scritto che non era un post d'addio! E come l'ho intitolato? Periodiche e noiose tentazioni di chiudere. E' una tentazione periodica,(e molto noiosa), ma alla fine credo che non arriverò mai ad una chiusura definitiva. Per voi che continuate a leggermi e a sopportare le mie lagne, per chi capita qui casualmente (e continuerebbe comunque a capitarci, visto che anche se smettessi di scrivere non avrei nessuna intenzione di oscurarlo) e direi anche per me. Magari a piccole dosi. ma ci sono. (E per tutte le cancer bloggheresse, guardate che non ho intenzione di sfilarmi dal nostro progetto, anzi!) 

  10. 10 utente anonimo 24 maggio 2010 alle 22:58

    Vanno bene le piccole dosi, vanno bene le lagne, va bene qualunque cosa tu decida di fare, l'importante è "non oscurare", bene, bene, sono contenta per te, e per tutti noi attenti lettori.Un abbraccio4p

  11. 11 SissiToGo 25 maggio 2010 alle 01:08

    ma sai che deve essere una sensazione che è nell'aria? oppure è contagiosa…comunque, ogni volta che ho la tentazione di scrivere un post di chiusura, mi viene in mente che devo assolutamente prima scrivere una cosa…ma donne, per il nostro progetto sottoscrivo giorgi :)un bacio

  12. 12 utente anonimo 25 maggio 2010 alle 08:29

    Urca mi sono dimenticata Sissi, l'altro fiorellino all'occhiello. Come ho fatto???4p

  13. 13 ziacris 25 maggio 2010 alle 09:30

    Ahhhh………volevo bene dire!!! Mettiamola così..ieri era una giornata un po' così, con l'espressione un po' così che abbiamo noi prima di andare a Genova…mettiamola così e pensiamo al progetto

  14. 14 juliaset 25 maggio 2010 alle 22:39

    Mi hai fatto prendere un colpo!

  15. 15 annamariam 28 maggio 2010 alle 13:32

     Ti prego, non smettere…ora che ti ho trovato…ti prego non smettere, mi piace così tanto leggerti…magari fai solo un pò di pausa…ma non smettere. Abbraccio AnnamariaP.S Grazie 4p per le tue parole, mi piace essere considerata un fiore all'occhiello, sì mi piace tanto…  ad entrambe

  16. 16 giorgi 28 maggio 2010 alle 19:05

    Siete così carine che quasi quasi mi commuovo… Però, davvero, non credo che vi siate ancora liberate e liberati (anche se di maschi oramai se ne vedono pochi, da queste parti. E questo mi dispiace un po', ecco) di me. Adesso scappo al grande evento artistico romano, la serata inaugurale del MAXXI. State bene

  17. 17 utente anonimo 30 maggio 2010 alle 11:10

    Passavo da queste parti, per un controllo generale, ahahah, non vedo nessun oscuramento, bene bene, un abbraccio4p

  18. 18 utente anonimo 31 maggio 2010 alle 19:51

    Nooooo non chiudere! Ciao Luca

  19. 19 giorgi 31 maggio 2010 alle 21:13

    Oh, finalmente un maschio… Ciao Luca, tranquillo, non chiudo. E 4P, meno che mai oscuro!

  20. 20 ziacris 1 giugno 2010 alle 13:29

    Osita..è arrivato un ometto..ma dimmi una cosa Giorgi…sei qui a caccia? Tieni aperto per attirare mosconi?

  21. 21 annamariam 1 giugno 2010 alle 17:34

     Ciaooooo con un abbraccio

  22. 22 giorgi 1 giugno 2010 alle 19:53

    Zia Cris: guarda che tengo un bel marito! Però è un dato di fatto che il genere maschile ha smesso di passare da queste parti…Annamaria: ciao a te!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 183 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: