Felini e pennutelli sfigati

La gatta ha sulla coscienza due passerotti. E' la natura felina, è la nostra incapacità di nutrire il pennuto spennacchiato superstite che ha pensato bene di cadere dal cestino appeso all'albero – un nido costruito per metterlo al riparo dalla nostra belvetta a pelo lungo che lo avrebbe finito giocandoci a palla. Per precauzione comunque la felina è stato chiusa in casa.
Quando Sten ha trovato il cestino vuoto per un attimo ho sperato che la mamma se lo fosse ripreso, o che il pennutello avesse scelto le tenebre per spiccare il volo. Invece era per terra, al buio non riuscivamo a vederlo e il povero Sten inavvertitamente gli ha dato il colpo di grazia. C'è rimasto malissimo. Ci sta rimuginando anche adesso. Sento che ne sta parlando con Lula, sembra quasi volersi giustificare, ma lei ha incassato rapidamente il dispiacere, come ho fatto io, che non posso permettermi di soffrire anche per la dipartita di due volatili sfortunati. Anche se avrei voluto tentare anch'io l'impresa del nutrimento, visto che ero a fare yoga mentre loro tentavano inutilmente di far ingurgitare il pastone al passerotto. E' andata così.
In realtà Lula ha da pensare al suo Ciccio, il gatto di pelouche che dopo dodici anni gloriosi ieri ha perso un occhio che deve essere al più presto riappiccicato. Sì sì, Ciccio ancora resiste. Anche se durante il campo scuola l'ha lasciato a casa, per timore di perderlo. 
Felini battono pennuti due a zero.

Ops, non volevo sembrare crudele e insensibile. Ma è andata proprio così. 

 

Annunci

9 Responses to “Felini e pennutelli sfigati”


  1. 1 CristinaKhay 3 maggio 2010 alle 22:44

    Adoro i gatti… ma dubito che abbiano un posto chiamato coscienza…. 🙂

  2. 2 ziacris 4 maggio 2010 alle 06:00

    E' la vita, è la natura.Per il peluche non mi dici nulla di nuovo, mia figlia da piccola aveva il coniglio Pippo, che è tutt'ora ancora ben presente, beh, la fatente si rifiuta di passarlo a SUA figlia, teme una prematura dipartita de pelucheN.B. la mia figlia ha 33 anni!

  3. 3 utente anonimo 4 maggio 2010 alle 13:27

    Così è, se vi pare.Poveri pennutelli, magari si rincarneranno in un bel micione, chissà!!!!!!!Ciao carissima4p  

  4. 4 camden 4 maggio 2010 alle 14:41

    C'è un bel daffare a raccontare dei gatti nei vostri blog, e se non fosse per l'allergia di cui vi ho raccontato, anche il mio sarebbe un blog "micioso".Peccato per gli uccellini…

  5. 5 widepeak 4 maggio 2010 alle 16:09

    l'altro giorno in giardino, le nane mi hanno chiamato trafelate perché avevano trovato un uccelletto morto. Non so perché, ma ho pensato che non fosse stata Grigia, e così ho raccontato loro che magari era vecchietto ed il vento troppo forte l'aveva fatto sbattere, cadere e morire. Poi, a ripensarci, è molto probabile che sia stata la gatta…però questo episodio è stato molto importante per le nanine, che hanno fatto una buchetta (una tombina) all'uccellino, gli portano fiori e petali di fiori, e all'inizio mi chiedevano: "ma starà bene là sotto l'uccellino?" e così ho potuto spigargli un pochino di più la morte, senza che si spaventassero. Quando poi ho capito che forse era stata la gatta ho anche avuto un moto di orgoglio nei suoi confronti, felice che l'equilibrio della natura fosse stato rispettato. Anche se di pastoni, agli uccelletti, gliene ho dati anche io centinaia da piccola con mio padre (e non sopravvivevano mai) e insieme a quell'orgoglio crudele, ma naturale, mi è venuta un po' di nostalgia.

  6. 6 giorgi 4 maggio 2010 alle 19:12

    CristinaKhay: anche io…Zia Cris: mi aspetto che Lula farà lo stesso. Il suo Ciccio è per sempre4P: eh sì, poveri pennutelli. Potrebbero reincarnarsi direttamente in due tigriRosie: capisco il problema allergia. Una mia amica ogni volta che viene a casa se ne va lacrimando e starnutendo!Anna: mmmhhh, mi hai fatto commuovere tanto. Io però non sono mai troppo orgogliosa quando la mia Pippi fa la felina omicida. Anche se so che è completamente inutile rimproverarla (siamo solo riusciti ad ottenere di non portare le sue prede dentro casa)

  7. 7 cestodiciliegie 4 maggio 2010 alle 19:15

    Lo so, è la natura. Ma, quando in giardino vedo lucertole senza la coda o rospetti morti, non posso fare a meno di dire alla mia micia: "vabbè l'istinto, ma la tua ciotola è sempre piena. Che bisogno avevi di prendertela con quei poveri animaletti?" Non ho mai ricevuto risposta 🙂 Milva

  8. 8 giorgi 5 maggio 2010 alle 15:33

    Milva: è quello che le dico anch'io! Pure a me non ha risposto, ma ho capito che non si tratta di fame: istinto di caccia fine a se stesso.Però 'ste bestiole sono pure capaci di farci tanto ridere. Guarda qui: 

  9. 9 juliaset 5 maggio 2010 alle 20:18

    Noi abbiamo tutta una serie di peluche guerci e barbie senza testa…animali niente, ma siamo sempre in trattativa.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: