L’autobus verso il centro

L'avevo  incoraggiata tante volte, e oggi, complice lo sciopero generale, Lula ha deciso che doveva essere il grande giorno per prendere l'autobus da sola e andare a fare una passeggiata in centro con un paio di amiche.
Sì, ma c'è sciopero dei mezzi, abbiamo spiegato alle fanciulle scalpitanti.
Non importa, aspetteremo che passa un crumiro, hanno replicato loro.
Non è vero, non hanno detto così. Comunque il crumiro è passato, Lula aveva il cellulare scarico e mi ha telefonato da quello della sua amica proprio mentre stavano per desistere.
Adesso mi ha richiamata, passeggiano per via del Corso, hanno mangiato (immagino da McDonald's, visto che io non ce la porto mai) e quando avranno voglia ritorneranno a casa.
Un altro passo verso la conquista dell'autonomia. E, sapete? mi piace essere stata proprio io ad incoraggiarla.

Annunci

10 Responses to “L’autobus verso il centro”


  1. 1 juliaset 12 marzo 2010 alle 14:09

    Grande piccola Lula…e brava mamma!:-))

  2. 2 widepeak 12 marzo 2010 alle 14:44

    che bello, ricordo ancora le mie prime passeggiate in centro, che emozione. brava mami!

  3. 3 utente anonimo 12 marzo 2010 alle 15:41

    Le prime autonomie, che bei ricordi.
    Mi associo ….."brava mamma".

  4. 4 ziacris 12 marzo 2010 alle 15:46

    e sono quei momenti a cui non vorresti mai arrivare, ma quando arrivano e vanno a buon fine, si tira un sospiro di sollievo, per loro e per noi

  5. 5 utente anonimo 12 marzo 2010 alle 21:16

    Non che io abbia fato chissà quale commento,  ma l'utente anonimo sono io, ultimamente dimentico un po' troppe cose, mah, vuoi vedere che dal geriatra dovevo andarci io e non mia suocera.
    Ciao buona serata,
    4 P
     

  6. 6 giorgi 12 marzo 2010 alle 22:43

    Julia: grazie!
    Anna: pure io me le ricordo bene, per questo sono contenta che ha iniziato anche lei
    4P: grazie anche a te!
    zia Cris: veramente non sono mai stata troppo in pensiero, ed è andato tutto bene, salvo che i due amici maschi le hanno mollate dopo l'ennesima sosta in un negozio…

  7. 7 ziacris 13 marzo 2010 alle 15:37

    Questi maschi…inaffidabili in tutto, non hanno pazienza, ma se loro pensassero a quanta ne portiamo noi donne con loro! Se lo pensassero si renderebberoconto che una "piccola" sosta in un negozio e nulla in confronto all'eternità

  8. 8 giorgi 13 marzo 2010 alle 18:05

    Zia Cris: hai ragione, la pazienza non è certo la caratteristica dei maschietti!

  9. 9 cestodiciliegie 14 marzo 2010 alle 10:51

    Brava mamma Giorgia. Lula ha fatto un altro piccolo grande passo verso l'autonomia. Noi mamme siamo sempre un po' in dubbio fra il lasciarle andare e  il proteggerle a oltranza. Dobbiamo fidarci di queste adolescenti che abbiamo cresciuto con i nostri principi e i nostri valori. Certo, quando arriva il momento un po' di ansia viene, ma occorre sempre mettersi nei loro panni, tornare indietro nel tempo e ricordarci di quanto importanti siano state per noi queste conquiste. Poi… occorre anche un po' di fatalismo, altrimenti non si vive.
    A proposito di dubbi: mia figlia l'estate prossimo andrà in Australia per un mese e mezzo. Non sono proprio tranquillissima, ma immagini cosa rappresenterà per lei una simile esperienza? Potrei io impedirglielo per una mia ansia? L'ho incoraggiata ad andare, poi incrocio le dita e trascorrerò un mese e mezzo attaccata al PC in attesa di sue notizie.

  10. 10 giorgi 14 marzo 2010 alle 12:14

    Milva: certo che sarai un po' in apprensione, e sicuramente tua figlia ti mancherà, ma farà una grande esperienza di vita. Hai ragione, ci vuole un po' di fatalismo nell'incoraggiare l'indipendenza dei figli e non dimenticare mai come noi abbiamo vissuto quei momenti.
    (E di questi tempi restare in contatto con chi si trova lontano, anche dall'altra parte del pianeta, è diventato facilissimo: pc e webcam e il gioco è fatto!)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: