IMPEGNO E DISIMPEGNO

Poi alle primarie ci sono andata, titubante fino all’ultimo su chi avrei scelto come eventuale segretario di un partito di cui non posso dirmi fedele elettrice. Lo so, un po’ l’ho ingannati, ma se queste sono le regole io ne approfitto. Mi sento un po’ schizofrenica, visto che il PD ancora deve ri-conquistarsi il mio voto, (e devo dire che l’affaire Marrazzo mi ha tolta dall’impaccio, visto che avrei avuto serie difficoltà a rivotarlo per la Presidenza della Regione Lazio), sono contenta che alla fine abbia vinto Bersani, ma quando stavo lì, in fila (piccola fila, quartiere di destra), ho ripensato alla vicenda Englaro e all’impegno di Marino per il testamento biologico. Allora la matita m’è andata in modo automatico lì. Un voto per la laicità, che spero diventi davvero patrimonio genetico di questo partito.

Ieri sera abbiamo visto, in versione casalinga, un film bellissimo, che consiglio caldamente a chi se lo fosse perso come noi: I love Radio rock di Richard Curtis, basato sulla vera storia della radio pirata inglese, Radio Caroline che negli anni ’60 trasmetteva rock’n roll da una nave al largo del Mare del Nord, sfidando le leggi del Regno. Divertente, commovente, esaltante, con il solito grandissimo Philipp Seymour Hoffman nei panni del Dj Conte e Kenneth Branagh in quelli del detestabile ministro che dichiara guerra alla radio del rock e del libero amore.

Annunci

17 Responses to “IMPEGNO E DISIMPEGNO”


  1. 1 icarus75 26 ottobre 2009 alle 15:06

    Basta semplicemente fare una anamnesi della storiografia politica dei suoi componenti e dei loro percorsi politici estremamente discutibili.Nel corso degli ultimi 10 anni molteplici sono stati i tentativi di mutazione genetica di una formazione politica con diverse sigle partitiche, e’ vero, ma sempre compagni sotto un unica ideologia falsa ed i pocrita. Un tempo i Ds, poi nel tranello ci è caduto anche Rutelli con la Margherita. Capitani di sventura che hanno preferito voltare le spalle ai propri elettori rubando e ridistribuendo consensi in un unico calderone per creare un nuovo ed ennesimo partito politico, pensando cosi di potersi dare una ennesima, pietosa e disgustosa lavata di faccia, visto che oramai hanno ben compreso il senso di vomito che potrebbe scatenare l’istaurazione di un’altra maggioranza pseudocomunista.
    Questo è bersani, questo era Veltroni. QUESTO E’ IL PD.

  2. 2 pilloledicinema 26 ottobre 2009 alle 15:28

    Di I love radio rock me ne hanno parlato tutti bene, ma ancora non sono riuscito a vederlo. Devo provvedere al più presto. Ciao

  3. 3 icarus75 26 ottobre 2009 alle 15:34

    Hai visto pure il video di marrazzo?

  4. 4 ziacris 26 ottobre 2009 alle 15:43

    Non so se ricordi e se è capitato anche nel Lazio, ma 30 anni fa circa, qui in Emilia vennero oscurate e spenti tutti i ripetitori delle radio private perchè, dicevano, disturbavano l’aeroporto e, quando per un bel pezzo, non si sono sentite ci sentivamo un po’ tutti orfani

  5. 5 giorgi 26 ottobre 2009 alle 16:05

    icarus75: senti, forse hai sbagliato blog dove andare a fare la tua propaganda anticomunista. Ho dato un’occhiata al tuo blog… La biografia politica (si dice così, non "storiografia politica") di Bersani per me è non ha niente di discutibile, anzi.

    pilloledicinema: sì, devi provvedere al più presto. Io quasi quasi me lo rivedo in lingua originale…Ciao

    icarus75: no, e allora? Se t’interessa io Marrazzo non l’avrei rivotato. Per motivi politici, non per le sue "debolezze private" che lo hanno reso ricattabile.

    zia Cris: ehm, 30 anni fa avevo dodici anni, e non sentivo ancora la radio…

  6. 6 icarus75 26 ottobre 2009 alle 16:46

    Per la cronaca: storiografia politica riferendola ad un percorso politico pregresso nel tempo di più componenti di una determinata formazione ideologica, è corretta come definizione. Biografia politica di un singolo uomo politico è un’ altra storia. La prima parte del mio precedente commento non ha errori in questo senso.
    Bersani ha avuto un percorso politico chiaro e non certo criticabile. Ma che oggi si presenti ai suoi elettori come un democratico riformatore………….vada a prendere in giro qualcun altro. Viene da botteghe oscure dove per oltre 50 anni è stata la sede del pci.

  7. 7 giorgi 26 ottobre 2009 alle 16:56

    infatti. Non vedo il problema. Sono stata iscritta alla FGCI e al PCI, e non lo rinnego. Claro? Il PCI ha costruito la democrazia di questo paese, e l’ha difesa nei momenti più critici. Il PCI ha contribuito a scrivere la Costituzione. Capito?

  8. 8 icarus75 26 ottobre 2009 alle 21:11

    Il PCI 60 anni fa voleva l’istaurazione di un governo comunista pari ed identico a quello di stalin in russia che da solo ha prodotto il 40 % dei morti ammazzati di tutto il pianeta in nome del comunismo , e molti di quelli che volevano questo hanno contribuito a scrivere la costituzione. Ne abbiamo uno come presidente della repubblica che ha contribuito all’invasione dell’Ungheria. Sempre 60 anni fa ci fu una parte malata della resistenza iscritta al PCI che anche dopo la liberazione dell’Italia dal nazismo dagli alleati compreso gli americani, quindi dopo la guerra,  andava in giro per l’Italia a torturare, spellare vivi ed uccidere barbaramente esseri umani civili latifondisti o non simpatizzante al PCI. Uno di questi, tale Simionato Gino detto falco e’ ancora vivo e libero,  ed è sempre stato libero grazie all’amnistia del fu togliatti che ha liberato molti di questi assassini iscritti al PCI.
    Tu dici che la libertà in questo paese e’ stata voluta dai comunisti?
    Evidentemente ti sbagli con qualche altro pianeta

  9. 9 utente anonimo 27 ottobre 2009 alle 12:49

    Giorgi ti prego non rispondere più a questo tizio. Con gente così, che crede di sapere le cose e invece è accecata dall’odio generato dalle proprie insicurezze e frustrazioni, non si può parlare.
    Baci
    Arabella
     

  10. 10 icarus75 27 ottobre 2009 alle 13:38

    La storia è storia. Rinnegarla significa compiere un altro crimine ai danni delle vittime delle tante ideologie dispotiche che hanno insanguinato il pianeta.
    Il "TIZIO", come dice arabella, la storia la conosce. C’è invece chi fa il negazionista di professione. Allora buon lavoro

  11. 11 utente anonimo 27 ottobre 2009 alle 14:16

    Icaro o come cavolo ti chiami, sciacquati la bocca prima di pronunciare le parole Resistenza , Togliatti.
    Il tuo non è un commento democratico è una misera provocazione senza fondamento.
    4p

  12. 12 icarus75 27 ottobre 2009 alle 14:42

    Vai in libreria, in biblioteca, su internet….dove ti pare
    di fondamenta ce ne sono talmente tante da poter edificare sulla luna una intera civiltà-solo perchè qui sulla terra non ci sarebbe tutto questo spzio per costruire.
    O non conosci la storia oppure vai dietro a bertinotti quando va in giro per l’Italia nelle universita a tenere convegni negazionisti sulle foibe o su altri crimini orrendi compiut dai compagni.
    Vai su wikipedia e digita triangolo rosso. Guarda cosa esce fuori

  13. 13 ziacris 27 ottobre 2009 alle 15:14

    Scusa Giorgi, scusa, non avevo considerato che tu sei una ragazzina…scusa…scusa…scusa

  14. 14 icarus75 27 ottobre 2009 alle 15:48

    Se non è una ragazzina è ancora peggio

  15. 15 giorgi 27 ottobre 2009 alle 18:10

    Visto che questo blog è casa mia, se a casa mia mette piede qualcuno che ha solo intenzione di  provocare e farneticare (ci mancava solo "i comunisti mangiano i bambini") io lo sbatto fuori. Quindi se Icarus75 insisterà nei suoi commenti del tutto fuori luogo, fuori tempo (siamo nel 2009, non negli anni ’50) e direi fuori dalla comune sensibilità di chi scrive questo blog e dalla generalità di chi lo commenta, penso proprio che sarò costretta a cancellarli. E qui comando io, e questa è casa mia, e ogni dì voglio sapere chi viene e chi va

    arabella e 4p, grazie del supporto

    zia Cris
    , scusa, non volevo darmi della ragazzina  Anche perché 42 non mi sembrano così pochi….

  16. 16 utente anonimo 28 ottobre 2009 alle 11:48

    Lezioni di democrazia a colpi di arroganza e provocazioni…accipiccchia, ne ha fatta di strada la destra.!..Ma Icaro non era quello che gli si sono squagliate le ali? Lascialo fuori, non c’è proprio nulla  di interressante in  quel  che dice,se ha bisogno di sfogarsi andrà altrove. baci yoyo

  17. 17 icarus75 28 ottobre 2009 alle 15:22

    Ok questa è casa tua, fai come vuoi ma visto il lavoro che faccio, quando leggo certe nozioni storiche, inesatte ma soprattutto incomplete, allora non ci sto.
     


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 183 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: