KARMA JOB

Come si fa a cambiare lavoro in tempo di crisi, a 42 anni suonati?

Come si fa a cambiare un lavoro a tempo indeterminato in una Pubblica Amministrazione in tempo di crisi?

Vediamo un po’: ho una laurea in lettere con indirizzo storico-artistico, 110/110 con lode, un diploma della Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari, 70/70 con lode, credo di saper scrivere dignitosamente e, se è vero ciò che mi diceva anni fa il mio psicoterapeuta, ho una notevole capacità transattiva e flessibilità nel cercare di risolvere le situazioni di conflitto. Sten sintetizza queste mie presunte doti considerandomi “un po’ democristiana”. Ma temo di essere diventata più intransigente, negli ultimi anni, anche se continua ad essere  raro che mi leghi al dito uno sgarbo, e se succede vuol dire che non ho trovato il minimo appiglio per poter dire “scurdammoce ‘o passato”. In genere le persone si fidano di me, riesco a farle parlare, aprire, forse perché mi piace ascoltare e cerco di pormi nei confronti dell'”altro” con quella morbidezza diplomatica che certe volte può essere un difettaccio orrendo.

Che altro? Pratico lo Yoga, conosco un po’ di Qi Gong, ho cantato per anni in un coro, sono una cancer survivor che attualmente gode di ottima salute 😉

Uh, dimenticavo le lingue… Senza infamia e senza lodi inglese e francese.

Se mi chiedete “sì, va bene, ma che lavoro vorresti fare?” Eh, che lavoro vorrei fare? 

Non lo so. Vorrei fare un lavoro che faccia bene alle persone e, prima di tutto, che faccia bene a me. 

Annunci

18 Responses to “KARMA JOB”


  1. 1 cinas 1 ottobre 2009 alle 18:57

    cioè, un non lavoro 🙂

  2. 2 giorgi 1 ottobre 2009 alle 19:05

    Cinas, risposta esatta!!! Sei un genio.

  3. 3 juliaset 1 ottobre 2009 alle 21:09

    Aprire una piccola libreria alternativa (ma se preferisci un po’ democristiana), quello che vorrei fare anch’io da grande.

  4. 4 ziacris 1 ottobre 2009 alle 22:18

    il mio lavoro preferito? Cazzeggio libero in libero stato…

  5. 5 Flounder 2 ottobre 2009 alle 09:00

    poi se lo trovi, vorrei essere tua socia 🙂

  6. 6 utente anonimo 2 ottobre 2009 alle 09:46

    ..una cucina dell’anima? 🙂

    PS: martedì comincio il corso di tai chi 😀

  7. 7 utente anonimo 2 ottobre 2009 alle 09:46

    ups!! Ero io!!

    OrsALè

  8. 8 utente anonimo 2 ottobre 2009 alle 14:13

    Io ti vedrei bene in politica. Quella con la P maiuscola.
    Saluti! Andrea S.

  9. 9 giorgi 2 ottobre 2009 alle 15:30

    Julia: mi sa di no… Con una piccola libreria aternativa (ma no dài, democristiana non può essere sinonimo di alternativa!) non credo che si possa campare.

    Zia Cris: non esageriamo, eh? ;-))

    Flo: mandami il curriculum, ti terrò presente. Ih, ih, ih

    Orsa: oh, sì. ottimo non-lavoro, cucinare l’anima per renderla più digeribile

    Andrea: eh, grazie! Quando sono particolarmente nauseata dalla nostra classe politica (ci vuole poco, no?) mi viene da pensare che dovremmo smetterla di disgustarci e provare a restituire un senso alla parola impegno politico. Ma questa melma in cui ci hanno fatto sprofondare rende molto difficile ritrovare l’entusiasmo e la passione di un tempo, quella che ci faceva andare orgogliosi a diciott’anni di “fare Politica”. Mi piacerebbe tanto che qualcuno mi facesse tornare quella passione e quell’orgoglio. Un po’ come è successo negli Stati Uniti con la candidatura Obama. Ma dov’è?

  10. 10 utente anonimo 4 ottobre 2009 alle 21:09

    Io ti vedrei “psicologa”, hai capacità di ascolto e sai mantenere le giuste distanze, saresti d’aiuto a molti.
    Ciao e complimenti per il tuo curriculum vitae, caspiterina!!!!!
    4P

  11. 11 giorgi 5 ottobre 2009 alle 14:40

    4P: ehm, ehm, avevo pensato d’iscrivermi alla facoltà di Psicologia, infatti… Però credo di no avere più tanta voglia di fare la studentessa 😉

  12. 12 widepeak 5 ottobre 2009 alle 14:52

    ma lo sai che ci pensavo anche io mentre parlavamo l’altro giorno…scandagliavo le mie poche conoscenze per immaginare un posto più degno per te…ovviamente non ne è venuto fuori molto. ovviamente. sic

  13. 13 giorgi 5 ottobre 2009 alle 15:31

    Anna: ma davvero? Che tesora che sei!Quasi quasi ci credo…. Come procede il “documento”?

  14. 14 utente anonimo 5 ottobre 2009 alle 22:10

    dovevi venire con me questo weekend!! 🙂 comunque, bisogna insistere…

  15. 15 licenziamentodelpoeta 6 ottobre 2009 alle 15:56

    Io vorrei non fare niente, starmene a casa ed essere pagato ugualmente. In azienda hanno detto che non si può.

  16. 16 giorgi 6 ottobre 2009 alle 17:03

    Giulia, la prossima volta ci vengo pure io 😉

    Davide: per questo ho appena giocato “win for life”…

  17. 17 widepeak 7 ottobre 2009 alle 09:13

    pigra, pigra, come sempre. e in più ho avuto qualche “battuta d’arresto”. ma vedo i segni di una ripresa, oggi ho zappato l’orto…non è propriamente un gesto di marketing, ma quanto meno di salute fisica 😉

  18. 18 giorgi 7 ottobre 2009 alle 16:30

    Anna: zappare l’orto mi sembra un gesto di grande vitalità! E’ questo che conta, no? 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 184 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: