letture estive

Lula ha letto Il paradiso degli orchi di Daniel Pennac, primo romanzo non propriamente da ragazzina che affronta. Le è piaciuto molto, anche se il finale lo abbiamo dovuto rileggere insieme perché non lo aveva capito fino in fondo. Sono contenta di averla iniziata alla saga del signor Malaussène, che ho amato immensamente circa quindici o sedici anni fa, quando ci sono incappata, trasmettendo immediatamente la stessa passione a Sten, appena è iniziata la nostra storia.

Io invece mi sto sollazzando con Raymond Carver. Il mestiere di scrivere, una raccola di saggi, scritti e lezioni sulla scrittura creativa, pubblicata da Einaudi nella collana Stile libero. In particolare la trascrizione di una sessione del laboratorio tenuto da Carver nel 1983 all’Iowa Writers’ Workshop è una vera chicca: sembra di essere lì, con Carver che analizza i racconti presentati dagli studenti, indica i punti deboli, suggerisce soluzioni, tagli, riscritture e sollecita poi la discussione.  

E poi, ancora, il ricordo del suo allievo Jay McInerney: "Qualunque sia l’oscuro mistero nascosto nel cuore del processo dello scrivere, Ray insisteva soltanto su un unico segreto del mestiere: bisogna sopravvivere, trovare un posto tranquillo e lavorare sodo tutti i giorni." "Sia in classe che nelle sue pagine, in qualche modo Carver riusciva a comunicare che nel regno delle lettere c’era anche il bucato da fare." 

Annunci

4 Responses to “letture estive”


  1. 2 widepeak 3 agosto 2009 alle 15:41

    grande lula! che belli quei pomeriggi estivi del ’96 chiusa in casa a guardare le olimpiadi, senza una lira, e scoprire che la mia coinquilina odiosa in ferie aveva tutta la saga malaussene di cui potevo laidamente approfittare, ahhhh!

  2. 3 widepeak 4 agosto 2009 alle 09:08

    a proposito del mestiere di scrivere, prima di Carver, Hemingway ha scritto delle pagine commoventi sull’entusiasmo e la disciplina della scrittura, te le consiglio, appartengono a un altro mondo, è vero, ma sono bellissime

  3. 4 giorgi 4 agosto 2009 alle 21:51

    Cinas, sì, stupendo.

    Anna, sì, anche Fitzgerald ha scritto cose bellissime sulla scrittura. I grandi scrittori scrivono cose bellissime sul loro mestiere. Eh.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: