Un sabato gelido e ventoso.

Sten è allo stadio Flaminio per Italia-Francia di rugby, stavolta è andato con un amico ex-giocatore, anche se i fantastici biglietti che ha se li è procurati grazie a me – a proposito, grazie ancora Edo, e rompigli le scatole al telefono tra primo e secondo tempo.

Lula ha dormito dalle amiche in campagna, e più tardi la raggiungeremo.

Ieri ho mangiato giapponese alla Peak book e ormai posso dire con certezza che il sushi non mi piace.

Potrei approfittare di questo pomeriggio solin soletta per andare a darmi una tagliata ai capelli e tentare di somigliare di nuovo alla fotina dell’avatar. Ma quattordici anni non si annullano con un colpo di forbici… E c’ho da scrivere, forse sono a buon punto, ma non voglio perdere tempo prezioso.

Annunci

5 Responses to “”


  1. 1 ziacris 23 marzo 2009 alle 16:16

    Se non sei convinta del taglio, lascia stare, meglio scrivere

  2. 2 giorgi 23 marzo 2009 alle 17:48

    infatti ho scrtto 😉

  3. 3 Petarda 24 marzo 2009 alle 14:39

    ho molta voglia di conoscere i progressi del work in progress!
    e fai bene a non tagliare, io ho tagliato (3 volte, da quando ci siam viste) e non sono soddisfatta. mi parevan diventati molli e più facili da tenere, ‘sti capelli, invece da quando li ho tagliati sono strani, gonfi, tipo scappata di casa!

  4. 4 cestodiciliegie 24 marzo 2009 alle 15:21

    Non riesco più a portare i capelli corti: dopo la chemio sono tornata ragazzina. Più sono lunghi e meglio mi sento. Quindi scrivi, scrivi, scrivi. Che poi ti vorrei leggere.

  5. 5 giorgi 24 marzo 2009 alle 17:55

    pet, carino “i progressi del work in progress”! Eh, ma ancora non capisco se ho fatto progressi. Aspetto un responso a cui tengo molto e ho letto un manuale per scrittori di memorie che mi ha incoraggiata nell’impresa. E ora che ci rivediamo, visto che son passati ben 3 tagli ;-))

    Milva, dall’alto dei miei 1 e 60 non posso permettermi i capelli troppo lunghi e poi ho un marito che mi adora con i capelli corti. Posso smettere di farmi adorare?
    Non vedo l’ora anch’io di poterti consegnare il fardello!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: