UN NUOVO ARRIVATO

Sto per arrampicarmi sulla scala per tirare giù tutto quello che mi è ancora rimasto del periodo neonatale di Lula. Finalmente oggi è arrivato un baby in famiglia e mi sembra giusto che erediti lui quello che apparteneva alla sua cuginetta di secondo grado, (sempre che si possano chiamare così i figli di due cugine). Sono ormai tre anni che mi separo da quegli oggetti senza chiederli più indietro "perché non si sa mai, dovessero servirmi ancora" ed è arrivato il momento di farlo in modo più radicale, salvo tenere due o tre cosette simboliche per quando diventerò nonna. Oddio, l’ho detto! Ma no, ora devo pensare a fare la zia, cugina, o come diavolo si dice.

Per la prima volta non mi ritrovo con l’acqua alla gola per i regali di Natale, che saranno pochi ma buoni, già pronti sotto l’albero che miracolosamente resiste agli agguati della gatta.

M’impensierisce solo il blitz che dovrò fare da Ikea per ricostituire un servizio di piatti da 12, visto che tempo fa in un colpo solo ho rotto sette piatti fondi, due piatti piani, e un certo numero di piatti da frutta. Ikea sotto Natale è masochismo puro, ma tant’è, dovrò inventarmi un orario controcorrente. Bah! In chiusura verso le nove e mezzo? Si accettano consigli.

La letterina a Babbo Natale dall’anno scorso in questa casa non si usa più, siamo diventate grandi. Lula però ha voluto comunque attaccare le calze al camino, anche se pure l’identità della Befana ormai è nota.

 

Annunci

3 Responses to “UN NUOVO ARRIVATO”


  1. 1 mrka 21 dicembre 2008 alle 20:47

    sì, sì. è meglio in chiusura che in apertura. non so a roma, ma qua a bologna è così.
    auguri giò, sono tanto felice per i tuoi post qua sotto 🙂

  2. 2 giorgi 21 dicembre 2008 alle 23:14

    Marika cara, alla fine abbiamo scelto il momento che sulla carta era il peggiore, ora di pranzo di sabato, però è andata bene. Sai com’è, da Ikea se vai a colpo sicuro e non ti lasci prendere la mano puoi cavartela egregiamente… Tanti auguri!

  3. 3 ziacris 22 dicembre 2008 alle 16:48

    Io ho risolto il probelma regali mettendomi in cucina a sfornare dolci per tutti quelli che conosco, ho preso la figliola e gliel ho fatti impacchettare e…voilà..il gioco è fatto


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 183 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: