DOMANI ALLA RAI

Domani dovrò decidere se riprendermi la mia cartella clinica o lasciarla al dottor Zeta.  Qualunque cosa succeda le cartelle andranno con lui, però almeno una copia sarà bene farla. E vorrei parlare con calma dei prossimi controlli, chiedergli delle novità che sono uscite dagli ultimi congressi a cui ha partecipato, uscire per un po’ dalla bolla che ci tiene sospesi da agosto. E poi andremo insieme a viale Mazzini, davanti alla Rai, a protestare ancora un po’. Mancano solo otto giorni al fatidico 31 ottobre, e ancora nessuno ha detto una frase tipo “contrordine compagni, ci siamo sbagliati”. E non mi pare che chi dovrebbe abbia alcuna intenzione di dirla. Anche se sputtanati, anche se ormai fanno a gara a chi trova la destinazione pubblica più carina, luogo di assistenza agli anziani, centro di aggregazione per i giovani, Accademia di Santa Cecilia, Marrazzo e co. omettono di dire che se l’edificio, come sembra, non verrà venduto tutta l’operazione perde completamente di senso. E sicuramente perde di senso farla in fretta e furia, ancora con mille incertezze relative al destino di pazienti come i dializzati che rischiano di trovarsi in fondo alle liste di attesa di altri ospedali, di medici e infermieri che non hanno ancora un posto in cui lavorare, delle apparecchiature nuove di zecca. Sarebbe bene che i cittadini sappiano che perdendo il San Giacomo non si fa un dispetto a qualche personaggio famoso che abita in centro, ma si toglie a tutti un pezzo del diritto fondamentale alla salute e alla libertà di cura. Ci sono pazienti oncologici, disorientati, che stanno spostandosi verso altri ospedali, dove magari non saranno curati bene come lo sarebbero da Zeta. E’ uno schifo di situazione, ma certo, ce ne sono talmente tante di schifose situazioni in questo paese che non si sa più dove trovare un po’ di conforto.

Annunci

4 Responses to “DOMANI ALLA RAI”


  1. 1 cestodiciliegie 23 ottobre 2008 alle 08:44

    Sottoscrivo in toto, per quel che conta. Scusa, ma è un periodo di pessimismo nero. E non è da me. In attesa che mi torni la grinta, ti abbraccio forte.

  2. 2 Delon 23 ottobre 2008 alle 12:22

    E’ un momento politico terribile, specie per chi si trova nella tua situazione.
    Ti leggo sempre in punta d’occhi, con molta simpatia, per imparare qualcosa della vita. La tua forza d’animo, per esempio…
    🙂

  3. 3 juliaset 23 ottobre 2008 alle 16:37

    Un grosso in bocca al lupo anche da parte mia.

  4. 4 ziacris 23 ottobre 2008 alle 17:20

    speriamo che questo lupo prima o poi crepi…tenete duro, sono con voi anche a distanza


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: