SOS Razzismo

Lula è sconvolta, come me. Come noi. Ieri mi ha detto una frase mentre vedevamo insieme l’inizio di Anno Zero che mi ha messa a disagio: "a me i neri fanno pena. Lo so che nei loro paesi non hanno da mangiare ma almeno non li ammazzano… Perché vengono qui?" Ecco, un tempo c’era chi diceva "perché vengono qui se poi devono campare tanto male?" Adesso quello che accade fa dire ad una ragazzina di undici anni che agli immigrati africani converrebbe tornare a casa loro per non rischiare la pelle. Perché qui la violenza razziale sta diventando quotidiana: un giorno un africano, un giorno un cinese. A nord, a sud, al centro del paese. Le ho spiegato che non dobbiamo rassegnarci a questa violenza, che loro non devono rassegnarsi a passare da un inferno a un altro. Mai.

Annunci

9 Responses to “SOS Razzismo”


  1. 1 Giangi2803 3 ottobre 2008 alle 15:20

    Complimenti per il tuo blog…perchè non mi inserisci tra i tuoi amici e mi linki?? Te ne sarò grata
    grazie!!!

  2. 2 nomeUdente 3 ottobre 2008 alle 15:22

    Purtroppo credo che noi italiani siamo entrati a far parte della sfera più ‘disgustosa’ del pianeta sfogando le nostre frustazioni con i più deboli…

  3. 3 Monyka 3 ottobre 2008 alle 15:28

    Capisco il tuo sconforto per la violenza razziale.
    Quando ho sentito i TG il primo pensiero è stato: “Ecco, sta succedendo in Italia ciò che in America avveniva 40-50 anni fa circa”.
    Non che ora non avvenga più ma il fenomeno razziale era esploso molti anni fa e noi eravamo scandalizzati e davamo dei razzisti agli americani.
    Oggi anche nel nostro paese, che negli ultimi anni è diventato multietnico in modo forte ed evidente, stanno avvenendo le stesse cose, gli stessi problemi.
    Purtroppo l’intolleranza ed il pregiudizio sono figli dell’ignoranza.

    PS:
    Bellissimo blog, se vuoi ci scambiamo il link!

    Un saluto,
    Monica

  4. 4 miaperfidia 3 ottobre 2008 alle 15:40

    io ieri non ce l’ho fatta.
    ho girato a un certo punto.
    mi girava la testa e mi veniva da vomitare.

  5. 5 MonacaBastarda 3 ottobre 2008 alle 15:43

    sono stanca di tutto,anche di me

  6. 6 juliaset 3 ottobre 2008 alle 15:45

    Vedi, finchè ci sono bambini come Lula non possiamo ancora dirci stanchi…Un bacione. J

  7. 7 utente anonimo 3 ottobre 2008 alle 17:18

    abbiamo ascoltato anche noi quei racconti terribili ieri sera. E siamo restati senza parole.
    (Anche ad Akan, uno dei protagonisti del mio romanzo,succede qualcosa di
    simile al ragazzo di Parma)

  8. 9 bloggando 6 ottobre 2008 alle 11:20

    Attualità: parliamo di razzismo[..] I recenti episodi di violenza ai danni di cittadini immigrati avvenuti a Roma, Parma, Castelvolturno hanno spinto ancora una volta alla riflessione su come e in che misura il razzismo e la xenofobia stanno diffondendosi nel nostro paese.I blogger di Sp [..]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: