L’articolo sul Riformista di ieri è stato una sorpresa: non parlava solo del San Giacomo, ma di me e di questo blog in rapporto al San Giacomo. Qualcuno ha comprato il quotidiano, ad altri ho inviato il file in pdf. Dopo vari ripensamenti avrei deciso di permettere anche a chi non l’avesse letto di farlo, però non riesco a caricarlo qui sul blog. Più tardi ci riprovo, abbiate pazienza.

Il dottor Esse, dopo avermi fatto dei graditi complimenti su queste pagine e avermi letto la comunicazione della direzione sanitaria su quest’ultimo mese di vita dell’ospedale, mi ha detto "magari non chiuderemo grazie a te.." Magari fosse così facile… In questo mese dovranno essere smaltite tutte le visite e gli esami prenotati dopo il 31,  il 30 si chiudono le cartelle cliniche e già dalla prossima settimana non verranno più accettati ricoveri. Ancora niente di ufficiale su quello che accadrà dal 1 novembre.

Annunci

14 Responses to “”


  1. 1 cestodiciliegie 3 ottobre 2008 alle 07:10

    Giorgia, stai diventando una star!!!
    Stamattina al GR dell 7,30 hanno fatto un servizio sul S. Giacomo, ha parlato un medico, denunciando il sospetto che dietro alla chiusura ci sia la vendita di un’area prestigiosa in pieno centro. Siete comunque stati grandi, tu per prima, a fare tanto rumore intorno al problema. Non credo che i politici possano ignorarlo. Poi non è finita, ho visto che hai contatti con altri media, trasmissioni televisive ecc. Tenete duro, per tutti noi. Se avete bisogno di supporto, di fare qualcosa nella nostra zona, di distribuire materiale informativo, non fatevi scrupolo. Noi siamo qui.
    Un forte, forte abbraccio

  2. 2 utente anonimo 3 ottobre 2008 alle 08:44

    Ho provveduto immediatamente ad informare della cosa : 1 ) Radio24 ( emittente ufficiale del Giornale Il Sole 24 Ore ) , 2 ) Radio Onda Rossa . . Ah Giorgì Bella Ti stiam ” aiutando ” come vedi a DIVULGARE LA NOTIZIA se son rose fioriranno ?

  3. 3 utente anonimo 3 ottobre 2008 alle 10:05

    Salve, sono Monica, paziente di Germano da quattro anni. Segnalo articolo su La Stampa on line del 1° ottobre che comprende lettera pubblicata su l’Unità.

  4. 4 utente anonimo 3 ottobre 2008 alle 10:12

    se non è troppo disturbo, invii anche a me il fle pdf?

    Grazie

    OrsALè

  5. 5 utente anonimo 3 ottobre 2008 alle 11:06

    Ciao Giorgi seguo il tuo blog e ora seppure lontana questa vicenda del San Giacomo, ho un pò di difficoltà a seguire la stampa perchè vivendo in Sardegna i miei giornali ovviamente non hanno la pagina su Roma. Ti ringrazio , tramite i tuoi link qualcosa sono riuscita a leggere. L’altra notte ad Exit, programma della 7 c’era Marrazzo e l’argomento era la sanità, più specificatamente l’intramoenia ospedaliera, ma non ho fatto in tempo a seguire, l’hai visto, ha detto qualcosa sul San Giacomo? grazie e ciao. C.

  6. 6 ziacris 3 ottobre 2008 alle 14:05

    Aspetto con impazienza che tu riesca a caricare il PDF, tenete duro, io ne sto facendo una campagna con tutti quelli che conosco parlando sempre di questo S. Giacomo e ti debbo dire che adesso comincio a sentirmi rispondere che “sì, effettivamente si è sentito qualcosa, ne parlavano al Tg la’ltro giorno…”…

  7. 7 giorgi 3 ottobre 2008 alle 14:32

    Milvia, che fai sfotti? 😉 Ho saputo del gr2, ieri invece Zeta era nel notiziario di Rainews 24. L’attività mediatica ferve, e un po’ anche quella politica.

    Anonimo, non so chi sei ma ho visto il sito… Grazie grazie. Se son rose fioriranno

    Monica, piacere, magari ci saremo incrociate qualche volta in ospedale. Sì, hai ragione, anch’io dovevo segnalare il blog di Falvia Amabile sulla Stampa, che segue con passione le nostre vicende.

    Orsa, certo. Ma perché non mi spiegate come fare a postare un lile pdf?

    C. non ho visto il programma, ma ho saputo che l’argomento S. Giacomo è stato toccato. La D’Amico era piuttosto incalzante, e Marrazzo ha detto le solite cose. Comunque se va sul sito di Repubblica puoi vedere anche l’archivio cronaca di Roma.

  8. 8 juliaset 3 ottobre 2008 alle 15:34

    Purtroppo mi tengo alla larga dalla tv per ragioni di lavoro serale, ma ora vado a recuperare un po’ di podcast, se ci riesco…sei grandissima, giorgi! Un bacione.

  9. 9 utente anonimo 4 ottobre 2008 alle 10:45

    Buongiorno,
    stamattina mi ha chiamato il Cup della Regione Lazio per comunicarmi che le ecografie prenotate al San Giacomo venivano spostate al Nuovo Regina Margherita. Ho provato rabbia, ma non per me (che arrivare al San Giacomo o al Regina non mi cambia poi la vita), ma per tutta l’equipe di oncologia che mi aveva riconciliato con la Sanità pubblica. Efficienza era la parola più giusta per descrivere il loro fare e questa sciagurata chiusura è una ben miserevole ricompensa. Che fare? Scrivere una lettera e raccontare come una storia di malasanità si sia trasformata grazie a Zampa & Co in una storia (per ora) a lieto fine? Ricordare quando mi ammalai, vivevo in Sardegna e all’oncologico di Cagliari mi sbagliarono tutti gli esami: ago aspirato e risonanza magnetica. Può capitare, certo, ma quando capita a te come minimo ti spaventi. Poi, per avere una visita in tempi brevi e ovviare alle liste d’attesa sborsai quattrini al chirurgo di turno che in orari extra e dietro lauto compenso visitava in ospedale. Ero spaventatissima e furente, mi disse che doveva operare ma c’era da aspettare. Stavo male e su pressione della mia famiglia tornai a Roma e in quattro e quattr’otto fui operata: mastectomia radicale destra, chirurgo Carlo Tirelli. Avevo quarant’anni e ce l’avevo col mondo intero, così arrivai al San Giacomo. All’inizio li feci penare (e non chiederò scusa mai abbastanza), ma ben presto fui conquistata, ripeto, dall’efficienza di tutto il day hospital di Germano, medico nel senso più vero del termine, capace di rassicurare con la sola presenza, questione di autorevolezza. Nella sfiga però sono stata fortunata, la chemio non mi ha dato nessun effetto collaterale devastante: ero solo fuori di testa, una paziente difficile. Finita la terapia è iniziata l’ormonale e i controlli ogni sei mesi, tutto con la solita precisione. Sapere ora che pazienti meno fortunati di me, bisognosi di ricovero, non potranno avere tutte le cure dovute, è un colpo, soprattutto sapendo quanto Germano Zampa si prenda a cuore la loro sorte. “Se i miei pazienti stessero bene, allora sarei felice”: così mi disse una volta e questo pensiero la dice lunga sul medico e l’uomo.

  10. 10 utente anonimo 4 ottobre 2008 alle 10:48

    Ho scordato di firmarmi, sono Monica. Buon tutto

  11. 11 giorgi 4 ottobre 2008 alle 12:18

    Monica cara, mi hai fatto venire i brividi… Io invece ho avuto la “fortuna” di aver incontrato subito Germano, ops! dovrei dire il dottor Zeta (qui continuerò a chiamarlo così, credo che anche a lui faccia piacere) e ho raccontato qui, tra fine 2005 e 2006 come funziona essere seguiti da un medico così che, come dici tu, ha veramente “cura” dei propri pazienti. Insieme stiamo tentando tutte le strade possibili per arrivare ad una sacrosanta sospensiva dell’iter di chiusura, abbiamo bisogno di tenere accesi i riflettori su questa vicenda, di continuare a spiegare – perché basta spiegare un po’ per far capire quanto sia irrazionale e/o sporca questa manovra. E bisogna che i pazienti siano pronti a far partire denuncie…

  12. 12 giorgi 4 ottobre 2008 alle 12:22

    …denunce, senza i, ovviamente.

  13. 13 camden 9 ottobre 2008 alle 06:12

    Giorgi, ieri non avevo letto questo post: puoi caricare il file in pdf sui multimedia di splinder. poi vai sull’album dove lo hai caricato e clicchi sul + post (accanto ad aggiorna ed elimina) e te lo dovrebbe postare sul blog senza problemi…puoi anche scegliere l’allineamento.
    Fammi sapere, sono curiosa di leggere l’articolo!
    PS Ieri mi è arrivato il secondo TELEGRAMMA dl San Giacomo, visto che le mie ecografie erano due…

  14. 14 giorgi 9 ottobre 2008 alle 08:16

    Grazie, ci avevo provato e mi sembrava che non si aprisse. Comunque lo puoi leggere, ho messo il link nel post “Ecco l’articolo”…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 183 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: