ULTIMO MESE

Allora è proprio così. Nemmeno uno spiraglio, niente di niente. La delegazione che è stata ricevuta dall’assessore Montino e che chiedeva almeno la sospensione del provvedimento per poter discutere in modo approfondito di questa nuova fantomatica rete ospedaliera, ha ricevuto un secco no. Il 31 ottobre il San Giacomo chiude. Sacconi (che dovrebbe vergognarsi per quella orrenda frase di stamattina) e Marrazzo si sono messi d’accordo e così il governo sbloccherà i fondi che deve, bontà sua. Al sit-in c’era chi piangeva, chi strillava, chi meditava sul da farsi. Poi si è formato un corteo per tornare nell’ospedale morente e fare il punto sulla situazione. Io sono tornata a casa amareggiata, arrabbiata e convinta ancor più dopo aver parlato con il dottor Esse, che dietro questa chiusura c’è qualcosa di grosso, ci sono interessi che non devono essere toccati. Altrimenti non spiegherebbe questa fretta, questo rifiuto del dialogo. "A noi dell’oncoematologia forse andrà meglio di tutti gli altri, almeno l’équipe rimarrà insieme", mi ha detto Zeta, "ma si tratta sempre del piano B. Invece dobbiamo continuare a batterci per il piano A: il San Giacomo non deve chiudere."

Per inciso, ho parlato a lungo con un giornalista del Riformista e domani uscirà un suo articolo sulla vicenda. Ormai credo che l’unica strada percorribile è sensibilizzare i mezzi d’informazione e sperare che qualche programma (Report per esempio) parta con una bella inchiesta. Dopo le dichiarazioni di ieri di Berlusconi sugli ospedali da privatizzare è bene che si sappia quale rischio stiamo tutti correndo. La chiusura del San Giacomo potrebbe essere solo l’inizio.

Annunci

13 Responses to “ULTIMO MESE”


  1. 1 marcogiacosa 30 settembre 2008 alle 22:38

    io non sono un violento, ma a volte l’uso della forza lo ritengo legittimo. ad esempio, nel caso di sacconi: non è che uno possa perdere tempo e fiato e cervello a cercar di ribadire a una pseudobattuta cretina. e non si può invocare la semiinfermità mentale, altrimenti non potrebbe rimanere lì. ecco, sacconi dice quello, qualcuno gli tira un bel cazzotto sui denti, uno solo, e quello mentre raccoglie un molare da terra si chiede perché il cazzotto, e tu glielo spieghi: certe cose non si devono dire. punto.
    ciao giorgia, forza e coraggio!

  2. 2 cestodiciliegie 1 ottobre 2008 alle 07:35

    La strada dei media è sempre la più efficace. Ma hai ragione: a fronte di una simile impuntata (ahimè bipartisan) devono esserci ragioni a noi ignote. Temo che scopriremo queste ragioni di colpo, una mattina svegliandoci. E sarà troppo tardi. Accidenti, quanto mi sta sulle palle questo senso di impotenza… Un forte abbraccio a tutti voi in prima linea.

  3. 3 utente anonimo 1 ottobre 2008 alle 09:47

    ciao giorgia, sono sabrina di anno zero. ti va di inviarmi il tuo num a s.provenzani@rai.it?

    grazie

  4. 4 utente anonimo 1 ottobre 2008 alle 11:18

    1 caso ” analogo ” stava accadendo alla Clinica privata convenzionata S . Anna di Pomezia MA GRAZIE A DIO è STATO RISOLTO ora dico ma dobbiam scender in piazza sul serio , ma questi cosa si son messi in testa ? CORAGGIO : NUOVO 1968!

  5. 5 utente anonimo 1 ottobre 2008 alle 13:15

    ciao sono anna, insieme ad altre amiche abbiamo un sito liberelaiche, vorrei inserire un link al tuo blog, con le alrte stiamo cercando di reagire al tentativo di fare a pezzi la sanità pubblica e la scuola pubblica

    coraggio
    anna

  6. 6 juliaset 1 ottobre 2008 alle 13:49

    Vai Giorgia, siamo sempre tutti con te!

  7. 7 ziacris 1 ottobre 2008 alle 14:01

    La frase dle “nostro” premier ieri di sfuggita l’ho snetita anche io e pensavo di avere capito male, ma poi l’ho risentita e ho pensato subito al S. Giacomo, che tristezza. Non è nemmeno giusto, come dice Zeta, che voi dell’oncoematoglia rimarrete assieme ed è una fortuna, non è mica vero che questo ci consola, per essere curato cosa bisogna fare? Una riffa e sperare di beccare il tumore giusto?

  8. 8 giorgi 1 ottobre 2008 alle 16:14

    Marco, certe cose soprattutto lui non le deve dire. Forse non lo sa che il servizio di rianimazione del San Giacomo “serve” anche Camera e Senato…

    Milvia, è così. Lo scopriremo quando sarà troppo tardi, se non ci diamo tutti una svegliata.

    Sabrina, volentieri.

    Giovi55, non m’interessa fare un nuovo 68, e temo che scendere in piazza soltanto non basta. Bisogna raccontare, raccontare, informare e non dimenticare mai quello che accade un giorno. Questo paese è tragicamente smemorato. Figuriamoci una storia così, apparentemente locale..

    Anna, grazie, anch’io metterò il vostro sito tra i miei link. Libera e laica.

    Zia Cris, la compattezza dell’équipe medica è una gran cosa. Significa che i tre oncologi, gli ematologi, infermiere ecc. abituati da anni a lavorare insieme potranno continuare a farlo. E’ un bene per noi pazienti. Ma, come dice Zeta, è il piano B. Qui si combatte strenuamente per il piano A.

  9. 9 giorgi 1 ottobre 2008 alle 16:15

    Julia, sorry, mi eri sfuggita… Grazie grazie, fa bene tutta questa solidarietà.

  10. 10 juliaset 1 ottobre 2008 alle 17:46

    🙂 Spero di vedere prestissimo un bel servizio ad Annozero! Un bacione. J

  11. 11 camden 2 ottobre 2008 alle 06:39

    Già, come dice giovi55, stava succedendo anche a Pomezia, ma per fortuna si è riusciti ad evitare la chiusura della Clinica S.Anna. Per il San Giacomo continuiamo a lottare…

  12. 12 camden 2 ottobre 2008 alle 13:52

    Ho pensato ad un banner da mettere sul blog

    e ne ho fatti di vari tipi…
    Che ne pensi?
    Disponibili per tutti.
    L’url di questo è http://i35.tinypic.com/10zaa1k.jpg


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 183 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: