I PAZIENTI SENZA PAZIENZA

Domani mattina ci sarà una clamorosa protesta dei pazienti dializzati del San Giacomo, ai quali probabilmente si uniranno i pazienti oncologici. Questi pazienti spazientiti si rifiuteranno di fare le terapie in day hospital, con i rischi che questo comporta, per tentare con questo gesto estremo di scongiurare la chiusura dell’ospedale.  Ci vogliono tutto il sostegno e la solidarietà possibili, per questo io sarò lì con loro, prima di andare a lavorare. Sarebbe bello essere in tanti, sentirci tutti per un giorno i pazienti che siamo stati o che magari non saremo mai, capire che non si può fare cassa sulla pelle di chi soffre e sul lavoro di chi garantisce ogni giorno cure e assistenza, a livelli eccellenti.

"Già che se ci sei se vuoi ti faccio una visitina", ha scherzato il dottor Zeta, "anche se domani, come al solito, ho una lista che non finisce più…"

Inviterei Marrazzo a farsi un giro in quei reparti per capire che dislocarci in altri ospedali del centro è pura follia. 

"Ho saputo che all’assemblea dell’altra settimana hai fatto un discorso commovente" gli ho detto.

"Eh, dovevo farlo…"

"Qualcuno ti ha registrato?"

 "Macché, figurati!"

"Peccato. Allora ci vediamo domani, passo a salutarti, ma niente visitina."

Annunci

6 Responses to “I PAZIENTI SENZA PAZIENZA”


  1. 1 cestodiciliegie 15 settembre 2008 alle 21:58

    Mi vengono in mene solo cattiverie. Sull’Alemanno. Ma non si possono scrivere qui. Immaginale e interpretale tu: saranno senz’altro simili alle mie. Un abbraccio di solidarietà

  2. 2 Petarda 16 settembre 2008 alle 09:57

    accidenti, sostegno a distanza, di cuore.

  3. 3 marziaelle 16 settembre 2008 alle 10:14

    Il problema è che quando le proteste non intaccano i beni materiali, non sortiscono effetto.
    Del resto, se a Marrazzo fregasse qualcosa della nostra salute, non chiuderebbe gli ospedali.

    Ma va bene, lotta dura!
    Perché già la malattia si è portata via pezzi del nostro corpo, almeno ‘sti amministratori corrotti non ci rubino anche l’anima!

  4. 4 marziaelle 16 settembre 2008 alle 10:14

    Il problema è che quando le proteste non intaccano i beni materiali, non sortiscono effetto.
    Del resto, se a Marrazzo fregasse qualcosa della nostra salute, non chiuderebbe gli ospedali.

    Ma va bene, lotta dura!
    Perché già la malattia si è portata via pezzi del nostro corpo, almeno ‘sti amministratori corrotti non ci rubino anche l’anima!

  5. 5 juliaset 16 settembre 2008 alle 17:16

    Spero sia andato tutto bene…Non dovrebbero accadere queste cose, i pazienti non dovrebbero mai essere costretti a ricorrere a un gesto simile per far sentire la loro voce. Speriamo almeno serva a qualcosa.

  6. 6 giorgi 16 settembre 2008 alle 17:54

    Mah, adesso provo a buttar giù qualche riga di resoconto. Forse uno spiraglio si è aperto


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: