MEDITAZIONI DI LUGLIO

Stavolta è andata bene. Due ore e mezzo, normale per un rientro della domenica sera. A casa la gatta scalpitava per uscire, ma le abbiamo permesso solo di annusare l’aria fresca di mezzanotte. Poi all’alba mi sono alzata, e finalmente si è liberta dalla prigionia del fine settimana. Povera. Ma non potrebbe affrontare il viaggio, soffre il mal d’auto. Il clima un po’ è cambiato, non sono dovuta emigrare nella stanza di Lula anche perché Sten mi è sembrato più comprensivo. Anche le zanzare hanno dato tregua.

Dopo i tanti controlli interni anche l’involucro, la pelle, è stata esaminata con cura. A parte i segni di tutto ciò che ho avuto, le cicactrici e i punti di centraggio radioterapico, i nei sono innocui. Altissima protezione al sole, per tutta la vita.

Oggi mi è arrivata una mail sulla necessità di disfarsi delle cose inutili e che non si usano da tempo, di fare vuoto e spazio in se stessi e nella propria vita per accogliere cose nuove. In genere queste catene le blocco. Stavolta invece ho fatto girare quelle parole, corredate da foto bellissime. Tra i destinatari c’era anche il dottor Zeta, che mi ha risposto con una storiella zen:

C’era dunque una scimmia la quale un giorno vide una zucca nella quale qualcuno aveva praticato un piccolo foro; da questo foro si potevano vedere i semi dei quali la scimmia era molto ghiotta.

Allora la scimmia introdusse la zampa e ne prese un pugno, quando però cercò di tirar via quanto aveva afferrato si accorse che la zampa, piena di tutti quei semi non usciva più da quel piccolo foro e rimase prigioniera:

Così siete voi prigionieri dei vostri desideri e delle vostre illusioni:

basterebbe che apriste la mano, lasciaste cadere i semi e sareste immediatamente liberi.

 

E’ il momento di riprendere a fare opera di feng-shui, aprire gli armadi e i cassetti e liberarli di tutto ciò che costituisce solo conservazione.

 

Annunci

6 Responses to “MEDITAZIONI DI LUGLIO”


  1. 1 mrka 7 luglio 2008 alle 21:10

    la storiella zen è stata “ripresa” anche da Winnie Pooh 🙂

  2. 2 giorgi 7 luglio 2008 alle 21:49

    Winnie Zen Pooh? ;-))

  3. 3 ziacris 9 luglio 2008 alle 15:16

    quando voglio far chiarezza in me stessa, mi metto davanti all’armadio e provo, tento, di buttare 5 cose, sembrano poche, ma è difficilissimo…provare per credere, me lo ha insegnato il terapeuta, quando riesco a buttare 5 cose mi sento melgio, conta veramente, a patto dover buttare 5 cose

  4. 4 giorgi 9 luglio 2008 alle 15:41

    Zia Cris, io ho fatto un bel sacco da buttare, e ancora non ho finito 😉

  5. 5 utente anonimo 12 luglio 2008 alle 02:57

    Desideri e illusioni lasciati cadere…

    ma come perdere quanto non appartiene al mondo fenomenico ma è al di là, nel mondo noumenico, non afferrabile da usuali strumenti e categorie razionali?
    E come lasciar cadere senza incorrere nella malinconia – lutto che non può conoscere elaborazione né (poiché ad impossibilità in rebus corrisponde impossibilità in verbis) forma d’espressione?

    Marco I.

  6. 6 giorgi 14 luglio 2008 alle 14:56

    Marco, che domandoni…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: