ASPETTANDO LA BEFANA

Dopo un giorno e una notte trascorsi in posizione orizzontale sotto il piumino, a ingollare pilloline omeopatiche prescritte dall’amico che ci ha ospitati in montagna e a bere gocce di echinacea e propoli che stupidamente quest’anno avevo dimenticato di prendere preventivamente, eccomi qua, senza più febbre, né tosse dolorosa. Mi è rimasto quel  fastidioso “ristagno” che arrochisce la voce e fa starnutire un po’.  Ho dovuto spedire Sten sotto la pioggia a fare il befano in mia vece, anche se Lula, dopo aver archiviato Babbo Natale, ha forti sospetti sulla reale identità della vecchina a cavallo di una scopa. In effetti sarebbe pure ora,  anche se riempire le calze appese davanti al camino (che non funziona e da sempre è destinato alla cuccia della gatta) è un rito che mi piace così tanto che continuerò ad alimentarlo finché mi riesce. D’altronde anche mia madre ha smesso di farmi la calza solo quando me ne sono andata via di casa. E qualche regalino arrivava comunque…

Il 2008 è iniziato alla fine di una pista da sci da cui si ammirava un tripudio di fuochi d’artificio e dove Lula, insieme agli altri ragazzini si rotolavano felici incuranti del gelo. Io avevo la testa altrove, impegnata a mandare energia positiva a chi ne ha più bisogno. C’è sempre qualcuno a cui fare degli auguri speciali. Io ce l’avevo, ce l’ho. Che se un anno è finito un po’ di merda quello dopo non può che essere migliore. 

Annunci

11 Responses to “ASPETTANDO LA BEFANA”


  1. 1 LesFolies 5 gennaio 2008 alle 19:58

    Bellissimo il tuo blog, un sorriso…
    Invito
    Nuovo blog

    Les Folies

  2. 3 melpunk66 6 gennaio 2008 alle 15:38

    la mia befana sono annio che non si fa vedere. ogni anno mi manda un aletetrina di scuse: quest’anno ha detto che c’è stato lo sciopero dei benzinai

  3. 4 DNGDLB 6 gennaio 2008 alle 23:51

    Feliz muxu new anno!
    D. : )

  4. 5 utente anonimo 7 gennaio 2008 alle 08:42

    Buon 2008! a tutta la famiglia :-))

  5. 6 ziacris 7 gennaio 2008 alle 10:53

    noi quest’anno niente befano alla pupetta è ancora piccola, ma il prossimo anno…ci manca tanto la neve delle piste da sci, chissà se sono ancora capace di sciare?

  6. 7 giorgi 7 gennaio 2008 alle 11:07

    Grazie Les folies, un bel sorriso anche a te.
    Sister, anch’io, tanto tanto.
    Mel, cerca di essere più buono…
    Buon anno a te, Danilo.
    E a tutti voi, Ale.
    Zia Cris, sciare è come andare in bici, non si dimentica mai.

  7. 8 Effe 7 gennaio 2008 alle 12:30

    la befana quest’anno è una badante romena co.co.co

  8. 9 giorgi 7 gennaio 2008 alle 22:33

    Non ci son più le befane di una volta

  9. 10 ziacris 10 gennaio 2008 alle 09:40

    Io mi sono scandalizzata quando il medico ha detto di stare tranquilli e loro hanno preso per oro colato le sue parole, forse per paura di andare a fondo, forse per paura di quello che poteva venire detto a loro, hanno messo su piede ad una cosa che io avrei approfondito, mi sarei intestardita per poter essere veramente sicura. Ma non so come funzioni esattamente in olanda, ma la maniera di poter andare avanti ci deve essere

  10. 11 giorgi 10 gennaio 2008 alle 15:27

    zia cris, mi sa che questo tuo commento era destinato all’ultimo post…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: