LE PERSONE VERE

Ho appena conosciuto dal vivo un’altra bloggheressa speciale, la Marika del Bestiario, e al solito sono incontri che non mi deludono mai questi qui, dal blog alla vita reale, dalle parole scritte a quelle dette, da un avatar a una faccia degli occhi dei capelli un corpo vestiti sorrisi intonazioni cadenze modo di mangiare la pasta alla carbonara ironizzare su quei caratteri piccoli piccoli con cui scrive le storie incredibili che scrive. E chissà io. Forse ho parlato troppo? Bologna potrebbe essere una tappa di viaggio per la montagna, a fine mese.

Più tardi andrò a Più libri più liberi, e magari anche lì potrebbe avvenire qualche incontro. A proposito, io alle 19 sarò allo spazio blog, segni di riconoscimento: altezza sopra la media, capelli ricci e rossi, lentiggini… Macchè, altezza sotto la media, o nella media anni ’60, capelli molto corti castani, l’occhio lo conoscete (l’altro è di vetro, ah ah ah), sciarpone giallo senape, una sorella bionda occhi azzurri con cui mi accompagnerò.

Annunci

13 Responses to “LE PERSONE VERE”


  1. 1 ziacris 7 dicembre 2007 alle 18:05

    dove vai di bello in montagna? se passi da Bologna…

  2. 2 Flounder 7 dicembre 2007 alle 21:09

    mannaggia che invidia.
    (per tutte e due le cose)

  3. 3 giorgi 8 dicembre 2007 alle 12:12

    zia cris, andiamo a passare il capodanno a casa di amici in trentino. Se decidiamo di fare una tappa bolgnese…

    Flo, l’invidia per l’incontro con marika è comprensibile… Anche se dovrebbero averti fischiato le orecchie, viste le cose belle che abbiamo detto su di te 😉 Ma il dibattito blog e libri…

  4. 4 utente anonimo 9 dicembre 2007 alle 11:36

    Stupisce sempre – e sempre più, pur entro il sesto lustro, e dunque con minima (non bastevole) esperienza di cose e di persone – leggere di tali ritrovamenti di incarnazioni di preziose essenze…

    [Come però pragmaticamente (= umanamente) (riuscire a) convertire il principio immanente della propria costruzione – avendo innanzi tutto e tutti la coscienza ‘appassionata’ della propria finitezza, per dirla con filosofemi – rispettando s_e_m_p_r_e, senza nascondersi aporie e difficoltà,la logica e le ellissi non già di ogni scrittura ma dell’Altro?]

    …Insomma, per entrambe…
    chapeau!

    Marco I.

  5. 5 cybbolo 9 dicembre 2007 alle 15:25

    invidiona, ché la Marika la seguo spesso e l’apprezzo assai.
    prima o poi accadrà.
    dico per la Marika, ma anche per te…;-)
    magari in qualche lit camp evoluto in qualche convivio sganascereccio…;-)

  6. 6 giorgi 9 dicembre 2007 alle 18:02

    Marco I., la fai un po’ difficile… ;-))

    Cybbolo, io stamattina ho disertato il Piùblogcamp di Più libri più liberi qui a Roma, ma un’altra occasione spero che possa esserci presto. E poi non sei romano come me?

  7. 7 utente anonimo 9 dicembre 2007 alle 18:06

    sì, di nascita, ma vivo a Torino…;-))
    cybbolo sloggato

  8. 8 giorgi 9 dicembre 2007 alle 19:37

    Eh, ma allora a Torino ci devo proprio venire, neh!

  9. 9 cybbolo 10 dicembre 2007 alle 07:26

    ti aspetto molto volentieri

  10. 10 Effe 10 dicembre 2007 alle 12:10

    ma come, Mrka esiste davvero?
    Io sono un asso, a riconoscere gli occhi altrui (tranne quando impedito da un casco motociclistico rosa)

  11. 11 giorgi 10 dicembre 2007 alle 15:47

    Cybbolo, altrettanto, visto che comunque tutte le strade portano a Roma.
    Effe, se volesse riscattarsi, anche lei è benvenuto quando vorrà calarsi qui, o organizzare qualcosa delle sue nella città sabauda (basta che poi non si presentano i savoia a batter cassa ;-))

  12. 12 mrka 10 dicembre 2007 alle 21:08

    proprio come immaginavo, giorgi. tutto torna in un modo sempre incredibile. senza bisogno di conferme perchè in fondo già sapevo. un giorno poi si scopriranno specchi che collegano solo certi pc.
    ehm. signor effe, esisto eccome, solo talvolta lascio spazio alla badante ucraina che vive dentro di me. 🙂

  13. 13 giorgi 10 dicembre 2007 alle 23:35

    Vero, cara Marika (che esiste, esiste, nonostante la badante ucraina), forse le nostre parole sono specchi e quello che ci vediamo dentro non inganna.
    Portatela a Sarajevo, ‘sta ragazza


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: