CRESCERE

Lula ha dichiarato solennemente che questo è stato il compleanno più bello della sua vita. Il suo primo compleanno da grande, l’ultimo compleanno da bambina che va alle elementari.

L’anno prossimo inizierà le medie e questa cosa mi emoziona. Perché ricordo bene che cambiamento epocale è stato per me quel passaggio, i primi malesseri adolescenziali, il corpo che cambia, quei pianti senza motivo, i moti di ribellione, gli atteggiamenti sgraziati e polemici, il radicalismo romantico, l’amore irrimediabilmente sofferente, il gusto per le cose proibite, l’aspirazione a bruciare i tempi, perchè mi sembravano tempi ibridi, strani, vischiosi. Me la ricordo quella dolorosissima condizione d’irresolutezza, sentirsi grandi e apparire ancora goffe creature con un’identità fragile.

Mi piacerebbe ricordare quei momenti quando mi sembrerà di non capirla.

E vorrei non disperarmi se certe volte mi detesterà, come ogni figlia certe volte detesta sua madre.

Annunci

10 Responses to “CRESCERE”


  1. 1 SimonaCWords 3 dicembre 2007 alle 23:34

    E’ una fase che attraversiamo tutte per conquistare l’autonomia. Io me ne accorgo già con la nipotina, chissà se dovessi avere una figlia 🙂

  2. 2 utente anonimo 4 dicembre 2007 alle 04:42

    Già, les frémissements du coeur…
    …e le anticartesiane prime speranze…
    …e movenze interiori e sommovimenti talora ignoti, non comprensibili eppur irrinunciabili…

    Ma non temere – ”per te stessa egualmente t’amerà”.
    Ne sono certo.

    Marco I.

  3. 3 utente anonimo 4 dicembre 2007 alle 10:20

    dalla nostra parte c’è che il distacco tra noi e i nostri figli è minore di quello che c’era tra noi e i nostri genitori. Essere cresciuti durante una guerra e/o un dopoguerra e il non esserlo ha creato profonde diversità, secondo me. (come mi piacerebbe leggere un saggio su questo argomento).
    alessandra

  4. 4 pennapiuma 4 dicembre 2007 alle 11:20

    Io alle medie ero un bamboccio arrabbiato, ma si sa: i maschietti sono sempre meno svegli e attenti.

  5. 5 ziacris 4 dicembre 2007 alle 15:41

    quando sarà “grande” ricorda come ti sembrava lontano il mondo degli adulti, quante volte sotto-sotto hai detto ” ma vaff……”, e adesso siamo pronte per dire “fai come dico e non come ho fatto”…belle pretese!!!

  6. 6 juliaset 4 dicembre 2007 alle 16:36

    Io lo dico sempre, che sono sopravvissuta all’adolescenza. Ma la vera martire è stata mia madre, quante porte sbattute ha dovuto sopportare! Le mie principesse sono ancora piccine, però danno già prova di avere un bel caratterino. Ne vederemo delle belle, penso che mi servirà davvero tutto il corso di training autogeno…;-)

  7. 7 giorgi 4 dicembre 2007 alle 19:23

    Simona: hai ragione, serve a conquistare l’autonomia quel periodaccio…
    Marco I.: ma sì, sono certa anch’io che mi amerà sempre, ma qualche fase di non sopportazione ci sarà, non mi faccio illusioni.
    Ale: è verissimo, dalla nostra parte c’è un distacco minore, anche se anagraficamente dovremmo essere un po’ più lontani. (Non siamo tutte state primipare tardive? ;-))
    Pennapiuma: se eri arrabbiato forse non eri mica tanto bamboccio, no?

  8. 8 giorgi 4 dicembre 2007 alle 19:26

    Zia Cris: ne ho detti tanti di vaff, almeno mentalmente… (Non avrei mai osato, ovviamente)
    Juliaset: servirà, anche perché te le troverai grandi in un attimo, le tue principessine!

  9. 9 Effe 5 dicembre 2007 alle 16:51

    con gli adolescenti, il miglior modo di rapportarsi è la frusta (mi pare di ricordare)

  10. 10 giorgi 5 dicembre 2007 alle 19:22

    Effe, non osi applicare questo metodo arcaico alla sua prole!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 183 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: