SIAMO TOSTE

Ci sono nuove “ amiche di  battaglia”. Una di loro passando da queste parti mi ha invitata al forum che ha aperto a settembre per dare uno spazio al bisogno di raccontare, chiedere, informare, condividere problemi e paure, esultare per ogni piccola grande vittoria. Il forum si chiama Dure come muri  e mi sono iscritta subito, imbattendomi subito nel gigantesco problema della “gravidanza sì-no-forse-mai- bah-dopo” che mi ha perseguitato per sei anni: ho compulsato la rete alla ricerca di studi e statistiche favorevoli, ho interrogato luminari, insoddisfatta delle risposte cauto-negative del dottor  Zeta, sono stata paziente paziente e ho aspettato i fatidici cinque anni per andare di nuovo all’attacco. Zeta a quel punto era sfinito, e forse anche un po’ convinto dalle ricerche che lo obbligavo a leggere.  Ci scherzava su: “Va  bene, se sarà maschio lo chiamerai come il santo a cui è intitolato l’ospedale…” Sten però ha voluto aspettare ancora la visita successiva per poter sentire anche lui quelle parole rassicuranti, un via libera che temeva fosse un po’ troppo condizionato dalla mia ostinazione.  Ma la visita successiva, dopo un anno, è stata di tutt’altro tenore, presi com’eravamo dai piani per la battaglia appena ricominciata. Ho scritto nel forum che i nostri oncologi dovrebbero darsi più da fare per aiutarci ad affrontare questo dilemma, perché purtroppo siamo sempre più numerose e spesso ancora senza figli, e comunque il desiderio di essere madri può essere assillante anche quando lo si è già. Certo, per me ora è l’ultimo dei pensieri, ma anche Lula ormai sa che non bisogna sfrugugliarmi. E quando ancora ci capita di entrare in un negozio e ricevere tanti complimenti e sentire quelle domande odiose “non ce l’hai il fratellino? E com’è che mamma non ti fa un fratellino o una sorellina? Signora, cosa aspetta?” io sorrido e mi trattengo, tutt’al più sibilo un “stiamo bene così, vero Lula?”. E’ accaduto qualche giorno fa, e quando siamo uscite Lula mi ha guardata un attimo e poi ha esclamato, indignata: “che insensibilità! Non lo sanno che ci possono essere dei motivi seri se uno non fa i bambini?”  Come mi ha scritto una delle amiche di battaglia, queste nostre figlie sono strepitose.

Leggendo le storie di queste donne, o i messaggi privati che con alcune abbiamo iniziato a scambiarci, ho capito che se il nome del forum, Dure come muri, all’inizio non mi piaceva perché mi dava un senso di chiusura e separazione, in realtà rappresenta molto bene come siamo, e forse come il cancro ci ha spinte ad essere per tenerlo a bada: forti, solide, costruttive per contrastare l’opera distruttiva del nostro nemico. Dovete vedere che organizzazione! Il forum è diviso per temi, Presentazioni, Cure, Chirurgia, Corpo e Mente, Diritti del malato, ogni tema ha ulteriori suddivisioni, dallo spazio per i familiari (per chi ci sopporta e supporta), al sesso, alle sacrosante off topics, da cui la malattia è bandita.

Parlare, parlare, raccontare, scrivere, a costo di sembrare ossessive. Anche per tutte quelle che non ce la fanno perché vivono ancora la malattia come fosse una colpa da espiare in solitudine e silenzio, che si chiedono “perché proprio a me?” senza riuscire a darsi una risposta, che non osano pretendere di riavere quello che c’è stato tolto. Non lo stesso corpo, che i segni comunque li porteremo sempre, anche invisibili dopo strepitosi trapianti di staminali. Non la stessa anima, che è la prima a trasformarsi per resistere.

Ma un risarcimento ci spetta.  Un surplus di vita, un orgia di speranza.

 

Annunci

17 Responses to “SIAMO TOSTE”


  1. 1 Flounder 25 novembre 2007 alle 20:09

    ma tu lo sai che hai occhi che trasmettono uno scintillìo e una vitalità che è impossibile distrarre lo sguardo?

  2. 2 Monyka 25 novembre 2007 alle 20:16

    Tornerò a trovarti, un saluto!

  3. 3 giorgi 25 novembre 2007 alle 22:59

    Flo, sarà per questo che ho scelto l’avatar oculare? 😉 Scherzi a parte, anche per me il tuo sguardo è bello come le tue parole, scritte e dette. E poi i nostri sguardi viaggiano alla stessa altezza… A presto cara.
    Monyka, sei la benvenuta!

  4. 4 cybbolo 26 novembre 2007 alle 07:12

    mi fa bene cominciare la settimana contagiato da questa ammirevole grinta.

  5. 5 giorgi 26 novembre 2007 alle 15:53

    Cybbolo, mi è bastato mezzo lunedì per per perderla… 😉

  6. 6 cybbolo 26 novembre 2007 alle 18:20

    ma tu metabolizzi alla grande e saprai reagire tra una mezz’oretta circa…;-))
    in piedi, soldato…;-)))

  7. 7 giorgi 26 novembre 2007 alle 20:14

    no, ammutinamento! Ho saltato il pranzo, sono reduce da una riunione in classe di Lula, devo organizzare circa tre festeggiamenti diversi per lei che sabato compie dieci anni, ho trovato in segreteria un messaggio della mia amica di università che mi ricorda che esattamente 15 anni fa stavamo discutendo la nostra tesi di laurea, e insomma, il tempo galoppa e io vorrei riposarmi un po’…

  8. 8 sambigliong 27 novembre 2007 alle 04:24

    sottoscrivo il commento n. 1.
    e ti mando un abbraccio e un arrivederci, credo a gennaio.
    remo

  9. 9 camden 27 novembre 2007 alle 08:36

    Non sapevo di questo forum, passerò anche io a dare un’occhiata…
    Sai una cosa, Lula è davvero straordinaria, ma non poteva essere altrimenti, con una madre come te!
    P.S. La gente riesce a fare male in molti modi con le parole, la cosa migliore è sforzarsi sempre di ignorare i commenti, per quanto ci si possa riuscire…

  10. 10 capsicum 27 novembre 2007 alle 09:02

    grazie, sarà diffuso. Baci

  11. 11 utente anonimo 27 novembre 2007 alle 11:52

    ti leggo e metto grinta nel motore…comunque l’inconsapevolezza crudele di chi vive tra sogni e modelli mi feriva nella carne viva, ora non più per fortuna…”e il papà dove lo avete lasciato?”…anche io sibilavo un velenoso “A casa sua…” che devo dire quantomeno lasciava ammutolito lo scocciatore di turno. baci a dopo yoyo

  12. 12 giorgi 27 novembre 2007 alle 18:51

    Remo, mi farebbe molto piacere, anche se speravo che venissi prima (per esempio per la fiera Più libri più liberi). Abbracci
    Camden, ho letto quello che hai scritto da Capsicum, ti capisco..
    Sì i commenti o le domande indelicate bisogna ignorarle, anche se sono coltelli che affondano dolorosamente nelle nostre piaghe.
    Capsicum, hai visto che donne?
    Yoyo, appunto, sono ferite, che poi col tempo fanno meno male, ma ‘sta gente che sembra vivere sulla luna non la giustifico. E solo perché non sono capace a dirlo facilmente, mi scapperebbe volentieri un sacrosanto “fatti i cazzi tuoi”.

  13. 13 juliaset 28 novembre 2007 alle 15:27

    Ciao, un’amica mi ha segnalato il tuo blog, mi sembra che abbiamo qualche argomento in comune. Io ho cominciato a scrivere da fine agosto, nel pieno del ciclone…
    Per adesso ti saluto, tornerò a trovarti. Ciao! J

  14. 14 giorgi 28 novembre 2007 alle 19:21

    Ciao Julia, anche il template del blog lo abbiamo scelto simile… Ben arrivata, a presto (da te o qui da me ;-))

  15. 15 ziacris 29 novembre 2007 alle 12:09

    bisogna essere toste, se vogliamo continuare a combattere per noi, lo dobbiamo fare, per noi, solo per noi. Non è egoismo, ma la dura realtà

  16. 16 cestodiciliegie 7 marzo 2008 alle 14:25

    Un passaggio per un saluto. E per un invito al blog del cestodiciliege: abbiamo tutte un problema in comune, ma la grinta per affrontarlo. Un abbraccio collettivo.
    P.S. mi fai avere l’indirizzo del forum?

  17. 17 giorgi 7 marzo 2008 alle 14:40

    C’è il link all’interno di questo post. Comunque: http://durecomemuri.forumup.it/
    Abbracci a te


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 184 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: