I LIMITI DELL’INFINITO

E’ tutto il giorno che penso a orizzonti e sguardi senza confini, a mare e isole, limiti e varchi nell’infinito. Cerco una risposta da dare a lui e a me stessa, che giusto l’altro ieri contemplando  la linea dove mare e cielo si toccano, interrotta da un’isola e oltre dall’isolotto romantico e inaccessibile, mi dicevo che ho bisogno di quei profili di terra, che un limite al vagabondare infinito dello sguardo serve ad acquietare la mente, a sognare senza delirio.

Mi ricordo quanto mi affascinò, lasciandomi però inquieta, la contemplazione dell’Oceano indiano, dove solo l’immaginazione e la conoscenza possono concepire un limite, una fine alla distesa di mare turchese che si confonde con il cielo: oltre ci sarà una costa lontanissima, il continente africano.  Sapevo che c’era, ma il mio sguardo no.

Sarà un caso se il racconto scaramantico e profetico che scrissi qualche anno fa aveva nell’orizzonte di mare e di isole un protagonista, e forse il simbolo di una speranza? Sarà un caso che quando ho sognato la mia casa ideale aveva una finestra affacciata su quel genere di panorama, e l’altra sulla cavea si un antico teatro?

Non è un caso, ma una certezza solida il pensiero di voler trascorrere un pezzo di vita in un luogo così: una finestra da attraversare con gli occhi e con l’immaginazione fino a che coincidano in quel punto dove acqua, terra e cielo lambiscono lo stesso sogno.

Annunci

5 Responses to “I LIMITI DELL’INFINITO”


  1. 1 Effe 23 maggio 2007 alle 10:17

    ecco: occorre poter disegnare con esattezza le coordinate di un confine, per poterlo superare

  2. 2 giorgi 23 maggio 2007 alle 18:04

    O solo immaginare di superarlo

  3. 3 auragaia 24 maggio 2007 alle 09:58

    Ciao Giorgi,vivo sul mare da sempre e per venti anni ho abitato su un’isola in un bosco sul mare…ho viaggiato..sempre a Oriente, ho visto le Andamane, Ceylon,Maldive,Puket,Bali..e così via…il mare placido e infuriato,pieno di onde o spazzato da raffiche di vento…quanto ho guardato il mare…oltre i confini dell’orizzonte..fantasticando che su una riva di un mare lontano qualcun altro stava guardando verso di me..come in uno specchio..uniti dallo stesso pensiero, dalla fantasia condivisa!Un abbraccio!

  4. 4 giorgi 24 maggio 2007 alle 16:31

    Auragaia: quanto t’invidio!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 183 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: