Mancava lei

Ho attraversato quel giardino meraviglioso che degrada a terrazze sulla spiaggia. Il marito dipingeva di verde vecchie sedie di legno, i due figli maschi avevano gli occhi ancora lucidi e l’aria smarrita, orfana, e dopo li ho osservati seduti sui gradini del cancello parlare con Sten, raccontare, ripiegati in sé, quasi schiacciati, mentre io e la figlia femmina prendevamo il sole, parlavamo e intanto convincevamo i nostri figli a prendere granchi insieme. Anche io, come Sten, raccoglievo il racconto della pena, del dolore, e degli ultimi abbracci della madre.

Attraversando il giardino ho dato un’occhiata al punto esatto dove l’estate scorsa le avevo parlato del dottor Zeta, dopo che figli e marito avevano smesso d’insistere. E pure il mio tentativo era stato inutile. “Prima o poi ci arriverà da sola”, mi dicevano loro. “Dovrà essere una decisione sua. E’ fatta così…”

Solo qualche settimana fa la figlia mi aveva telefonato per dirmi che il famoso oncologo si era comportato come da copione, e che finalmente la mamma aveva deciso di affidarsi a Zeta.

Troppo tardi forse. Chissà.

 

Annunci

0 Responses to “Mancava lei”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: