INUTILMENTE SGRADEVOLE?

La puntata dell’Infedele di Gad Lerner di mercoledì scorso era sui malati di cancro nella società. Doveva essere trasmessa la settimana  precedente, ma causa crisi di governo è slittata. Il titolo esatto poi è diventato Paura del cancro: ma chi ci guadagna? La risposta dei malati.

Potete immaginare quanto m’interessasse, no?

Come mi aspettavo è stata utile e profonda.

Mi sono specchiata in molti di quei bellissimi volti di donne e uomini finalmente usciti dall’ ombra della malattia che più incute terrore, mi sono venuti gli occhi lucidi guardando quegli occhi lucidi che però ridevano di vita e speranza. Testimoni noti (Sandro Curzi e Pierluigi Celli) e ignoti, tutti con una storia diversa ma uguale, fatta di sgomento, sofferenza e reazione. Tutti impegnati a trasmettere lo stesso messaggio: il modo in cui si affronta il cancro è parte della cura, non riducibile al solo approccio medico, per sconfiggerlo, o almeno tenerlo a bada, e nel migliore dei casi trasformarlo in dolorosa ma profonda occasione di ripensamento sulla propria esistenza. Su questo erano d’accordo anche un oncologo (non ricordo più il nome) e la ricercatrice dell’Istituto Nazionale dei tumori di Milano Sylvie Ménard (nella doppia veste di scienziata e paziente oncologica.)

Mi ha irritato soltanto la tesi della storica del corpo femminile Barbara Duden, che considera inutili e forse anche dannosi gli allarmi sociali sul cancro e le campagne per la prevenzione, arrivando a sostenere che su dieci mammografie fatte nove sono falsi positivi che spaventano inutilmente le donne… I due medici hanno giustamente contestato questi dati, e Lerner ha impedito che passasse il messaggio folle di non fare più esami per la diagnosi precoce, che invece permette proprio di non considerare più il cancro una condanna a morte.

Si è parlato anche del bisogno di parlare e raccontarsi, di condividere l’esperienza della malattia e della cura, della difficoltà e dell’importanza della comunicazione.

Tutte cose su cui sto riflettendo da più di un anno, e di cui c’è qualche traccia in questo blog.

Peccato che la mail inviata alla redazione de l’Infedele, qualche giorno prima della trasmissione, per un istintivo e ingenuo desiderio di confronto su questi temi, è stata considerata da Lerner in persona (sì, sì, in persona) “inutilmente sgradevole”. Mi sarei aspettata di non ricevere alcuna risposta, o magari due righe di gentile ringraziamento per la testimonianza. Roba del genere. Non ho voglia di dilungarmi troppo sull’accaduto, e sui vari tentativi che ho fatto per verificare se non ci fosse stato un errore, o per capire in cosa fossi stata sgradevole, quali suscettibilità avessi urtato (e le mie, di suscettibilità, signor Lerner? Capirà che ho un po’ il nervo scoperto, in quanto naturale destinataria della trasmissione…). Chi ha letto la mia mail ha trovato completamente ingiustificata quella sgarbata risposta e incredibile il rifiuto di dare spiegazioni (salvo rimandare a “dopo la trasmissione”.) La trasmissione c’è stata, come dicevo è stata forse anche al di sopra delle mie aspettative, e io sto ancora aspettando che mi si chieda scusa. Anzi, non aspetto più, che domani me ne vado a sciare.

Statemi bene

Oggi finalmente le scuse sono arrivate. Come immaginavo è stata inoltrata a me una risposta destinata ad altri. (15/03/2007)

 

Annunci

14 Responses to “INUTILMENTE SGRADEVOLE?”


  1. 1 Airel81 2 marzo 2007 alle 15:36

    La morte bussa alla porte di tutte. Io dico di far finta di non essere in casa. Baci

  2. 2 melaceleste 2 marzo 2007 alle 16:55

    Dopo 2 anni di letture di tue cose, non riesco ad immaginare che tu abbia potuto scrivere alcunché di sgradevole, né tantomeno di inutile.
    Che tristezza.

  3. 3 utente anonimo 2 marzo 2007 alle 17:27

    ..diciamo che a questo punto, per risponderti di persona devi proprio averlo colto punto sul vivo!
    Cmq neppure io riesco a capacitarmi di cosa possa aver generato una simile risposta…

    Bhe, buona sciata!

  4. 4 giorgi 2 marzo 2007 alle 18:26

    Airel81: appunto, sto partendo.
    Mela: grazie della fiducia! In un primo momento avevo pensato di pubblicare semplicemente la mia lettera e la sua risposta. Però c’è stato anche dell’altro e mi basta la conferma di persone più o meno vicine. Resta la tristezza, certo, e la delusione per sbattuto il muso contro la realtà delle star del giornalismo, tanto brave a parlare al pubblico ma indisponibili al dialogo dietro la ribalta.
    Orsa: mi ha risposto lui perché la mail l’ho indirizzata a lui. Piacerebbe anche a me sapere cos’è stato a urtarlo, ma nonostante sia riuscita a entrarci in contatto molto diretto, non mi ha dato spiegazioni, salvo confermare che non era qualcuno della redazione a rispondermi, ma “ovviamente” proprio lui.
    Ma basta, che chiudo le valige e poi vado a ricrearmi con Fiorello (i biglietti Sten li ha vinti giocando il 67, ultimi due numeri del mio anno di nascita…;-))

  5. 5 utente anonimo 3 marzo 2007 alle 23:06

    lerner come può sapere se era utile o inutile la tua mail? lui il cancro lo conosce solo per sentito dire, non avrebbe dovuto permettersi. In quanto allo sgradevole, IMHO significa solo che gli hai scritto qualcosa di talmente vero che gli ha fatto paura. Baci. Capsicum

  6. 6 zop 5 marzo 2007 alle 15:15

    l’ho intarvista anche io e l’ho trovata ben fatta!
    buona sciata!!! 🙂

  7. 7 Effe 6 marzo 2007 alle 14:46

    la smetta di importunare le persone per bene con le sue mail, insomma.

  8. 8 utente anonimo 6 marzo 2007 alle 20:34

    per capirci di più forse faresti bene a postare la tua mail e la sua risposta.
    così sarebbe documentato il busillis.

    sono interessata a capire cosa non ha funzionato, senza pregiudizi nè sullo star system nè su di te, naturalmente.
    🙂
    f_e_d

  9. 9 utente anonimo 7 marzo 2007 alle 13:53

    così, alla cieca, la risposta di Lerner mi sembra proprio “inutilmente sgradevole”.
    caracaterina

  10. 10 DNGDLB 8 marzo 2007 alle 08:12

    1° Ma quando torni?
    2° Se per caso sei dalle mie parti a sciare e non passi a salutare..
    3° Sto facendo amicizia con una blogger che abita nel paese di fianco a Gaddone, ti ci porto, se vieni..

    Muxu, D. : )

  11. 11 giorgi 10 marzo 2007 alle 22:48

    Eccomi, eccomi, sono tornata. (Tutta intera e abbronzata, tanto per farvi rosicare un pochetto…)
    Capsicum, e F_e_d, e Caracaterina: mi rendo conto che sarebbe più comprensibile se pubblicassi la mia mail, e la risposta di Lerner. Ma dovrei pubblicare anche la mia controrisposta, e poi i contatti successivi, molto diretti, con i quali ho cercato in tutti i modi di avere una spiegazione (o fargli ammettere l’errore, perché ancora spero che ci sia stato un errore, una sciatteria), senza riuscirci. Però non mi va di perderci ancora tempo, davvero.
    Zop: grazie, ci voleva proprio una settimana di sci e ossigenazione!
    Effe, lei ha ragione, ho avuto un’idea bislacca. Figuriamoci se è il caso di importunare un noto giornalista che sta preparando una puntata sui malati di cancro con una banalissima storia di una malata di cancro. Che c’azzeccava…?
    Danilo: 1° Eccomi!
    2° Ero più su, sulla montagna di Bressanone (o Brixen, che sennò a mio suocero prende un colpo), in una deliziosa pensioncina dove ormai siamo di casa. Ma prima o poi ti verrò a trovare, giuro.
    3° Non ci tengo proprio, grazie 😉

  12. 12 alice121 12 marzo 2007 alle 09:52

    e poi non è il caso di pubblicare una mail privata senza consenso.

  13. 13 giorgi 12 marzo 2007 alle 11:32

    Hai ragione, saggia donna

  14. 14 giorgi 15 marzo 2007 alle 20:10

    C’è voluto un po’ troppo tempo, però mi fa piacere sapere che era stato solo un equivoco.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 183 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: