PUNTURE E RIFLESSIONI

Domani è giorno di puntura trimestrale, il famigerato Enantone per tenere a bada gli estrogeni e impedire che mi ritorni il ciclo mestruale. Altrimenti le pasticche quotidiane di Femara potrebbero non avere più la stessa efficacia. Mentre camminavo per la strada scrivendo mentalmente questo post – stavo andando a un pranzo di famiglia a casa dei miei, Lula e Sten li avevo fatti andare avanti perché sentivo che gli ormoni stavano cominciando a gridare vendetta – mi sono ricordata di aver fatto un sogno, la notte passata, o quella ancora prima. Inspiegabilmente, nonostante il famigerato Enantone, andavo al bagno a fare pipì e una bella chiazza rossa mi annunciava che le mestruazioni erano tornate.

In realtà stavolta “le mie cose” (come si diceva un tempo) non mi mancano, i primi sei mesi di terapia sono andati bene e i possibili  effetti collaterali  – “vampate di calore secondarie alle modificazioni endocrine causate dal prodotto (soppressione della secrezione testosteronica nell’uomo e all’ipoestrogenismo similmenopausale nella donna). Nella donna diminuzione della libido, turbe mestruali, vaginiti con perdite ematiche. Durante il trattamento con il farmaco sono stati inoltre segnalati i seguenti effetti collaterali: cefalea, nausea, vomito, turbe dell’alvo (stipsi o diarrea), anoressie, febbre, sudorazione, rash cutaneo, caduta dei capelli, vertigini, turbe del sonno (sonnolenza o insonnia), dolori generalizzati, parestesie, disturbi della vista, irritabilità, labilità emotiva, depressione, palpitazioni, edemi periferici, dispnea” – non ci sono stati.

Anzi, mi prendo tutto il buono che c’è nel non avere più a che fare con tampax, lines seta ali, dolori mestruali e necessità di utilizzare qualche genere di strumento contraccettivo. I neonati continuano ad intenerirmi, ma so che nemmeno se potessi adesso me la sentirei di rientrare nel vortice delle nottate, delle poppate, delle pappe, degli orari, dei dentini, delle colichette e di tutto quello che comporta l’accudimento di un bebè. Dici così perché non puoi farlo… Suggerisce malignamente la mia coscienza. Forse. Ma chissenefrega, adesso le mie priorità sono altre, i miei progetti per il futuro vanno in una direzione completamente diversa, e certi risentimenti del passato, certe fissazioni rabbiose, non mi appartengono più. E poi, guardando Lula che cresce ma che è ancora una bambina bisognosa di attenzioni, mi dico che siamo stati bravi e fortunati con lei.

E va bene così.

Domani puntura, stasera pasticca, tra un mese ecografia, e ogni giorno è un bel giorno in più da vivere.

Annunci

14 Responses to “PUNTURE E RIFLESSIONI”


  1. 1 PlacidaSignora 15 gennaio 2007 alle 01:24

    Un bacio a te e Lula, tesoramia! :-*

  2. 2 alice121 15 gennaio 2007 alle 09:24

    A proposito di neonati: ieri ho accompagnato la mia amica e la sua bambina (dieci giorni) alla prima passeggiata qui nel parco dietro casa.
    Carina, tenera, profumata, con tutte le caratteristiche del neonato che uno
    sa, ma poi c’è il retro del sipario che non le invidio per niente: ogni due ore mezzo- tre: poppata seguita da colica e relativo pianto di un’ora. I miei non sono stati così, però mi ricordo una fatica…

  3. 3 utente anonimo 15 gennaio 2007 alle 11:00

    Un inboccaallupo grosso come la luna…e poi di bebè o postbebè hai sempre quelli delle tue amiche che vorrebbero vivere più vicino a voi per poter giocare più spesso con lula ed essere cambiati sul suo bel letto profumato.
    buona settimana sissi

  4. 4 giorgi 15 gennaio 2007 alle 12:43

    Baci a te, Placida
    Ale: appunto ;-))
    Sissi: farò la zietta, e Lula la cugina grande, va bene? Crepi il lupo (per la puntura che riceverò tra poco…)

  5. 5 zop 15 gennaio 2007 alle 12:48

    un abbraccio puntuale, anzi plurale, anzi punturale!

  6. 6 giorgi 15 gennaio 2007 alle 13:01

    punturalissimo, caro Zop!

  7. 7 mrka 15 gennaio 2007 alle 13:36

    allora facciamola stare zitta, quella coscienza saputella. vuol sempre sapere tutto, lei.
    buoni giorni, giorgia.

  8. 8 mrka 15 gennaio 2007 alle 13:41

    ( ah. in caso di voglie di coccolite acuta e tenerezze varie nei confronti dei neonati, puoi sempre telefonarmi quando sono al nido. qiando sono esasperata dai pianti e dalle cacche. in quei momenti sono bravissima a far crollare il senso materno anche a nonna papera)
    ;P

  9. 9 giorgi 15 gennaio 2007 alle 17:48

    Marika: buonissimi giorni anche a te. Il tuo telefono se me lo vuoi dare mi fa piacere, ma non credo che ci sarà bisogno di un pronto intervento scoraggiamaternità ;-))

  10. 10 melaceleste 16 gennaio 2007 alle 19:20

    Tu goditi Lula e lascia le turbe mestruali (strana espressione… quasi inquietante) alla coscienza malignetta 🙂

  11. 12 utente anonimo 17 gennaio 2007 alle 02:20

    queste parole, crude, forse ti svestono un po’ ma ne vieni fuori bella e soporattutto forte.
    la forza di chi vuole essere forte.
    la migliore.
    un abbraccio
    remo
    (pensa sto scrivendo questo post dalla tua stessa città… domani, cioè oggi mercoledì, riparto da fiumicino).

  12. 13 giorgi 17 gennaio 2007 alle 10:30

    Remo! Non si fa così, la prossima volta me lo dici prima! (E magari ci beviamo un caffè insieme, e facciamo due chiacchiere, eh?)

  13. 14 sambigliong 18 gennaio 2007 alle 00:45

    sai, ci ho pensato quando era troppo tardi. ne senso che nn avevo tempo per recuperare i tuoi recapiti.
    promesso: la prossima volta.
    r.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 184 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: