Certe notti

Per cercare una cosa che non riuscivo a trovare ieri sera ho scartabellato tra le montagne di analisi, radiografie, ecografie, mammografie, cartelle cliniche che ho accumulato in sette anni. Occupano uno spazio esagerato. Sarà per questo che stanotte alle tre mi sono svegliata all’improvviso, e ho iniziato a rigirarmi e rigirarmi senza riuscire a prendere più sonno. Ho vagato per casa, la gatta mi ha degnata di una misera ronfatina quando l’ho accarezzata prima di farmi un bicchiere di latte e biscotti (una cosa che facevo più o meno a quindici anni), ho acceso il computer ma l’ho spento subito, temendo che avrebbe peggiorato la situazione, sono tornata a letto, rimediando finalmente le coccole di Sten ma rovinando irrimediabilmente il suo sonno, mi sono attaccata alla boccetta d’ignatia amara e ho cominciato a fare esercizi di respirazione e meditazione sui chakras.  Alla fine uno scampolo di sonno è arrivato. Troppo breve.

“Resta a casa” mi ha detto Sten.

“Ormai sono sveglia.”

“A cosa pensavi?” mi ha chiesto sapendo perfettamente quale sarebbe stata la risposta.

“La solita paura.”

“Eh, ci dovremo convivere sempre, con questa fottuta paura, almeno finché non ci sarà un rimedio definitivo. Io voglio stare con te fino a quando saremo vecchietti.”

“Oh, sì. Saremo due vecchietti carini.”

Dopo mi sono sentita meglio, e ho rinunciato alla tentazione di restare a casa.

Spero che Ascanio Celestini stasera dia il meglio di sé, altrimenti dormirò senza ritegno.

Annunci

6 Responses to “Certe notti”


  1. 1 melaceleste 28 settembre 2006 alle 21:22

    Una volta ho visto due vecchietti che camminavano tenendosi per mano: più precisamente, la mano fragile di lei stringeva un mignolo fragile di lui.
    Ricordo che vedendola ho pensato che quella fosse una rappresentazione del vero amore.

  2. 2 utente anonimo 29 settembre 2006 alle 10:29

    s.ignatia….che ci fai sopportare quei fantasmacci neri che nel buio fanno ancora più paura… Baci, tanti, yoyo

  3. 3 giorgi 29 settembre 2006 alle 17:14

    …Per fortuna Celestini è stato bravissimo. Però qualche minuto d’abbiocco c’è stato…

  4. 4 farolit 30 settembre 2006 alle 23:48

    ma brava… brava Giorgi.
    tu non sai, non immagini: io ti guardo e imparo.
    🙂

  5. 5 giorgi 1 ottobre 2006 alle 18:55

    Farolit, mi piacerebbe insegnare qualcosa di divertente, e invece, guarda un po’, mi tocca fare la maestra di…che? Ecco, dimmi, tu cos’hai imparato guardandomi?

  6. 6 donnavidens 3 ottobre 2006 alle 00:10

    No paure! Non le vogliamo!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 183 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: