Il magazzino dei ricordi salvati

Il magazzino dell’anima ha porte e finestre. E quando scendo ad aprirle aria, luce, e anche polvere di stelle, perché no, restituiscono freschezza e calore alle cose che non butto via. La freschezza e il calore del tempo ritrovato e dei ricordi che possono far male o bene, però emozionano ancora, sollecitano la mente, talvolta anche i sensi (una sorta di memoria involontaria proustiana alla rovescia: dal ricordo al gusto della madeleine).

Mi piace rovistare tra gli scatoloni, rileggere diari, riguardare foto, provando una nostalgia allegra, propria di chi ama il proprio passato e il proprio presente.

Poi, certo, c’è anche lo scatolone delle schifezze, materiale non riciclabile e assolutamente non soggetto ad amorevoli cure. Ci sono i pezzi di vita che si vorrebbero non aver mai vissuto. Mai.  Qualche volta ci ho provato, quest’anno. Addormentarmi e sperare di risvegliarmi “quel giorno prima che”. Ma le cose una volta che accadono, accadono. La reversibilità del dolore e dei lutti è solo un sogno, una magnifica invenzione letteraria.

Annunci

9 Responses to “Il magazzino dei ricordi salvati”


  1. 1 utente anonimo 13 settembre 2006 alle 15:10

    già…e forse,infondo infondo è meglio così!
    OrsaLè

  2. 2 DNGDLB 14 settembre 2006 alle 07:32

    Devo confessartelo: non sei stata la prima..
    Ma sei tutt’ora la più lontana! ; )

    Buoni biscotti della nonna..
    Un bacione (ma) grossissimo
    Muxu, D. : )

  3. 3 Effe 14 settembre 2006 alle 14:10

    sper che lei, alla nascita, abbia acquistato l’opzione Soddisfatti o Rimborsati (dava anche diritto a Sky Cinema per un anno)

  4. 4 giorgi 14 settembre 2006 alle 18:18

    Orsa: no, non credo che sia meglio così…
    Danilo: E chissà che penserà chi legge! La prima bloggheressa cche hai incontrato dal vivo, ecco, siamo precisi…Baci a te
    Effe: no, quell’opzione lì non l’ho acquistata, mannaggia…

  5. 5 manginobrioches 15 settembre 2006 alle 09:35

    sai, Giorgi, è uno dei miei esercizi interiori più antichi e persistenti: immaginare come sarebbe andata se… come sarebbe se allora… come vorrei che fosse…
    Io la chiamo castellinariaggine, ed è la stessa cosa che dici tu: la reversibilità, il sogno di riavvolgere il nastro e ricominciare. Ma lo sogniamo tra gli scatoloni del “dopo”.

  6. 6 DNGDLB 15 settembre 2006 alle 11:43

    Stimolare la curiosità è socialmente utile.. non togliere questo piacere ai lettori! ; )
    Muxu, D.

  7. 7 giorgi 15 settembre 2006 alle 13:48

    Briochina: esercitare la castellinariaggine forse capita a tutti, quando quello che non doveva accadere accade, o quando non accade quello che volevamo fortemente che accadesse.
    Danilo: mah!

  8. 8 Fainberg 16 settembre 2006 alle 14:13

    Hai presente le foto nel libro che sfogliate danno l’impressione del rewind? Sarebbe bello potesse funzionare davvero così, non raccontiamoci storie. Sarebbe tutt’un’altra vita, sarebbe finalmente come dovrebbe essere.

  9. 9 giorgi 16 settembre 2006 alle 18:16

    Fainberg: i fotogrammi impaginati al contrario sono una delle cose straordinarie di quel libro. L’ho letto in ospedale, nei giorni precedenti l’operazione e ne avevo scritto un po’ nel post del 20 gennaio e puoi immaginare l’uomo che rientrava nella torre per me cosa fosse. Abbiamo tutti almeno un evento su cui effetturare il rewind. E sarebbe bellissimo, certo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 184 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: