LA VIA CINESE ALLA GUARIGIONE

Sono andata dal maestro Yang, che mi ha spiegato tutti gli esercizi di Qi Gong per riequilibrare, disintossicare e guarire il fegato. In più devo prendere ogni mattina tintura madre di carciofo, bardana e equiseto e seguire alcune regole alimentari, che francamente non credo che riuscirò a seguire. Ci proverò, ma rinunciare del tutto al caffè per me è una tortura. “Solo una tazzina, non mi farà mica male…” ho provato a dirgli. “Giorgia!” ha esclamato guardandomi severamente “per te caffè E’ PROIBITO!” “Proibito?” “Proibito! Devi bere tè verde. Molto tè verde.” “Sì, lo bevo già. Ma la mattina il caffè…” “GIORGIA! Parliamo di tua salute.” E molto a malincuore ho scritto nei miei appunti CAFFE’ PROIBITO. “Anche latte, formaggi, per te non vanno bene.” Anche questo lo temevo, rinuncerò alla mia ricotta mattutina, ma allo yogurt no.

“Ti piace il fegato?” “Mah, è tanto tempo che non lo mangio, però mi piaceva, sì.” “Bene! Devi mangiare fegato. E naturalmente tanta frutta e verdura. Pesce e carne che non siano troppo yang. Per esempio, carne di maiale sì, ma di maiala no.” “Cosa?” “Carne di maiale femmina non devi mangiarla.” “E come faccio a sapere se è femmina o maschio.” “Chiedi. Tu devi chiedere. Anche gallo non va bene. Lo so che qui fate grande confusione, ma da noi in Cina la carne è divisa sempre tra carne di maschio e carne di femmina. Altrimenti vai in montagna [ma forse voleva dire in campagna] e scegli animali ancora vivi. Così non puoi sbagliare.” Aaaagh! No per carità, piuttosto divento completamente vegetariana, ma andare a scegliere la bestia da farmi ammazzare no, non posso farlo. Lo so che è ipocrita, ma preferisco andare dal macellaio e chiedere il sesso della carne che mi sta vendendo.

“Devi fare questi esercizi che ti ho spiegato, e poi i movimenti dell’anatra selvaggia che stiamo studiando, prendi le erbe che ti ho detto prima e stai attenta all’alimentazione. Ormai sei stata operata, fai la chemioterapia, ma vedrai che se farai quello che ti ho detto non ti ammalerai più. Mai più. E ci vediamo stasera, a lezione.”

Annunci

17 Responses to “LA VIA CINESE ALLA GUARIGIONE”


  1. 1 utente anonimo 13 marzo 2006 alle 13:32

    Rinunce, rinunce… Forse il segreto è prenderle non come un “non posso più mangiare questo o quello” ma come una scelta “scelgo di mangiare invecequesto e quest’altro”….
    Difficile però…….
    OrsaLè 😐

  2. 2 shemale 13 marzo 2006 alle 15:21

    Scusami se vado molto (ma molto…) sul prosaico e mi permetto, inoltre, di contraddire platealmente il maestro Yang.
    Ma a me le “maiale” piacciono e non ci rinuncerei per nulla al mondo.
    Per le “galline”, invece, si potrebbe anche trovare un accordo. Pewò alcune di loro sono delle vere “maiale”…

  3. 3 pennapiuma 13 marzo 2006 alle 15:26

    Niente caffè, niente maialo e tanto tè verde, questo maestro Yang inizia ad essermi simpatico.
    Buona giornata.

  4. 4 giorgi 13 marzo 2006 alle 15:32

    Orsa: difficilissimo. Mi sono appena fatta una sniffata di polvere di caffè “tazza d’oro” arabica 100%, e poi ho messo l’acqua a bollire per il tè. Che adesso sto sorseggiando cercando di convincermi che è mooolto meglio della tazzina di caffè a cui ho rinunciato.
    Daniele: stai scivolando molto sul prosaico… Comunque le maiale sono proibite a me, tu fa’ quel che vuoi. Le galline invece mi sono consentite.

  5. 5 giorgi 13 marzo 2006 alle 15:39

    pennapiuma: niente maiala, ribadisco. Il maialo si può. Buona giornata anche a te.

  6. 6 DNGDLB 14 marzo 2006 alle 09:50

    Lieto di non essere stato escluso dalla tua dieta, ti imploro di mandarmi un video in cui fai l’anatra selvaggia! Eh!eh!eh! ; )

    Muxu, D. : )

    P.s. So che è una cosa seria però immaginarti che starnazzi e sbatti le alucce è spassoso.. : D

  7. 7 giorgi 14 marzo 2006 alle 10:18

    Guarda, stupidello, che è una cosa elegantissima, e non c’è nessuno starnazzamento…
    Stamattina, per la cronaca, ho sofferto senza caffè e con il miscuglio di estratti che faceva davvero schifo. Povera me!

  8. 8 alice121 14 marzo 2006 alle 10:30

    ti capisco. quelli che non capisco sono quelli che esaltano tisane, decotti e quegli infusi di liquidi verdi…Sarò stata traumatizzata da piccola, quando mia nonna mi convinceva a bere l’acqua della cicoria e della genziana, forse;-)

  9. 9 zop 14 marzo 2006 alle 10:44

    larga la foglia (verde dell’intruglio)
    stretta la via (cinese o no)
    la cosa che conta è voglia di terapia!

  10. 10 giorgi 14 marzo 2006 alle 11:06

    Alice: ora mi vado a fare una sniffatina di caffè;-)
    Zop: larga la foglia
    stretta la via
    dite la vostra di terapia (che qui si accetta tutto)

  11. 11 melaceleste 14 marzo 2006 alle 12:46

    Se può consolarti, io credo che del caffè la cosa più buona in assoluto sia proprio il profumo della miscela, prima ancora della sua unione con l’acqua calda.
    Ma te lo dice una che non ama particolarmente il sapore del caffè e in genere prende mille tipi di tè…
    Prova a prendere qualche tè verde aromatizzato magari, almeno aggiungi un po’ di sapore e profumo in più.
    Ma soprattutto sono curiosa di conoscere le risposte dei macellai quando chiederai loro il sesso della bistecca 🙂
    Un bacio!

  12. 12 giorgi 14 marzo 2006 alle 12:54

    Mela: forse (e dico forse)hai ragione. L’odore del caffè… Ho un tè verde earl grey (quindi suppongo al bergamotto) che non è affatto male. Il problema sono le tinture madri di carciofo bardana e equiseto miscelate in acqua! E non credo che avrò il coraggio di chiedere il sesso delle bestie, no no no. Un bacio a te

  13. 13 Flounder 14 marzo 2006 alle 14:25

    io mi sottoporrei volentieri a una terapia sperimentale a base di foie gras

  14. 14 giorgi 14 marzo 2006 alle 15:50

    Flo: hai il colesterolo troppo basso, forse?

  15. 15 Effe 14 marzo 2006 alle 16:42

    anche questo blog diventa sessista (almeno a proposito del maiale)

  16. 16 giorgi 14 marzo 2006 alle 16:57

    In realtà si sta facendo una grande confusione e non capisco più neanche io quali sono i maschi buoni e i maschi cattivi. Così come le femmine. Insomma, nel dubbio meglio l’asessuata soia.

  17. 17 Flounder 15 marzo 2006 alle 13:03

    avevo letto: l’asessuata sola
    (e mi ero identificata, lo ammetto)

    proprio due giorni fa ho fatto il colesterolo: un po’ alto in prima battuta. ad occhio attento invece era tutto colesterolo buono.
    (almeno questo)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: