Hai presente Antonio?

Venerdì, dopo l’immancabile domanda “allora, cosa avete fatto oggi?” – a cui Lula pazientemente risponde elencando le solite attività che si svolgono all’inizio della terza elementare, lettura di Pinocchio, dettati, operazioni, ripasso di tabelline, il pomeriggio un filmetto defatigante, cose così – venerdì, dicevo, il racconto della sua giornata mi ha finalmente entusiasmato.

“La maestra ci ha letto una lettera di Antonio. Hai presente Antonio, no?”

“Antonio? Quale Antonio, Lula?” rispondo io, distrattamente.

"Antonio, quello che stava in carcere perché a quel tempo non c’era la libertà, non si potevano esprimere le proprie opinioni.” (ha detto proprio così) “Lo hanno tenuto in prigione per tanto tempo, abbiamo letto una lettera che ha scritto a sua madre…”

Sono bastate quelle parole Antonio, carcere, libertà, per svegliarmi e capire. L’ho interrotta gridando: “Antonio Gramsci!”

“Sì, sì, lui”, ha confermato la piccola Lula.

“Le lettere dal carcere! La maestra vi ha letto Le lettere dal carcere di Antonio Gramsci!” Continuavo a ripetere incredula.

“Sì, insomma, quel libro dove ci sono le sue lettere. Anche un’altra volta ce l’aveva letto. Ma perché sei così contenta?”

“Perché Gramsci ha scritto cose importanti, che tutti dovrebbero leggere. E la tua maestra è bravissima a farvelo fare.”

“Senti, ma poi lo hanno liberato?”

“No, è morto in carcere e dopo tanti anni hanno pubblicato tutti i quaderni e le lettere che aveva scritto durante quei lunghi anni di prigionia.”

Quella sera, anche se ormai Lula legge da sola libri o giornaletti prima di addormentarsi, mi sono stesa accanto a lei e ho aperto il libro proprio alla pagina che cercavo, dove c’era quella lettera che avevo quasi interamente sottolineato a matita:

Carissimo Delio,

mi sento un po’ stanco e non posso scriverti molto. Tu scrivimi sempre e di tutto ciò che ti interessa nella scuola. Io penso che la storia ti piace, come piaceva a me quando avevo la tua età, perché riguarda gli uomini viventi e tutto ciò che riguarda gli uomini, quanti più uomini è possibile, tutti gli uomini del mondo in quanto si uniscono tra loro in società e lavorano e lottano e migliorano se stessi non può non piacerti più di ogni altra cosa. Ma è così? Ti abbraccio.

                                                        Antonio

Annunci

1 Response to “Hai presente Antonio?”


  1. 1 utente anonimo 26 settembre 2005 alle 12:32

    che bello! fortunata la piccola lula, antonio se lo ricorderà e le insegenrà molto. fossero tutte così le insegnanti..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Scriverne fa bene

Come una funambola

Clicca per ordinarlo

Oltreilcancro.it

Associazione Annastaccatolisa

wordpress visitors

Archivio

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Cookie e privacy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e io non ho accesso a dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori di questo blog. È una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione del tuo browser. Il mio blog è soggetto alle Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: